Notizie SSC Napoli

Yaya Tourè: "La magia del San Paolo è unica al mondo"

Il fortissimo centrocampista del Manchester City parlato della partita tra il Napoli e il Manchester City e delle emozioni suscitate dall'impianto di Fuorigrotta

Tourè

Il giocatore del Manchester City Yaya Tourè, nel corso di un'intervista rilasciata a Sky Sport per "I Signori del Calcio", ha parlato del match di Champions League tra il Napoli ed il club inglese, giocato nell'autunno del 2011, rivelando le emozioni suscitate in lui dallo Stadio San Paolo.

“La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Tevez mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barcellona mi dicevo: 'Che sarà mai!'. Eppure quando misi piede su quel campo avvertii un qualcosa di magico, di diverso", ha spiegato il forte centrocampista.

"La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80000 persone fischiarci, mi resi conto in che guaio ci eravamo messi. Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo, fu la prima volta che mi tremarono le gambe. Fu lì che mi resi conto che questa non solo una squadra per loro, che si tratta di un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio. Fu l’unica volta che dopo aver perso, rimasi in campo per godermi lo spettacolo", ha concluso Tourè.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Yaya Tourè: "La magia del San Paolo è unica al mondo"

NapoliToday è in caricamento