menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mertens (foto Ansa)

Mertens (foto Ansa)

Mertens: "Napoli è casa mia. Vogliamo arrivare lontano in Europa League e Coppa Italia"

L'attaccante azzurro ha parlato ai microfoni della radio ufficiale

"Sono qui da 6 anni, la gente mi ha dato un affetto enorme e mi ha adottato come un napoletano vero. Sono felice di tutto questo amore che mi ha aiutato a maturare soprattutto come uomo. Per me Napoli oggi è una casa". Così Dries Mertens ha parlato nel corso di una lunga intervista rilasciata a Radio Kiss Kiss Napoli.

"Sono cresciuto anche sotto il profilo tecnico - ha proseguito l'attaccante belga - . Ricordo che nei primi anni giocavo di meno, poi gradualmente mi sono inserito ed affermato sempre di più, fino a disputare gli ultimi due anni davvero alla grande. Credo che in questi 6 anni sia cresciuta tutta la società, la rosa e il gruppo. Abbiamo in squadra talenti assoluti e sono convinto che su questa strada potremo tagliare traguardi importanti in futuro".

LE COPPE

"In Champions non siamo stati fortunati, abbiamo disputato un girone bellissimo, abbiamo giocato un gran calcio e siamo usciti per un soffio affrontando a testa alta avversari fortissimi. Adesso punteremo alla Europa League perché possiamo arrivare lontano. Ci teniamo ad andare avanti anche in Coppa Italia. Il Sassuolo è un avversario difficile e dovremo subito riprendere al massimo".

LA SFIDA CON LA JUVE

"Sicuramente loro hanno una grande potenza economica ed è difficile per tutte poter competere. Noi dobbiamo pensare alla nostro cammino cercando di vincere quante più partite sarà possibile. Di certo manca un interi girone e proveremo ad avvicinarci alla Juventus. La scorsa stagione abbiamo dato battaglia fino alla fine e ci proveremo anche quest'anno".

KOULIBALY E IL CASO RAZZISMO

"Io conosco Kalidou e so quanto sia sensibile verso questo tema. Nello spogliatoio di San Siro l'ho visto affranto e triste, non per l'espulsione, ma per aver avuto la sensazione di aver perso la battaglia contro i razzisti. Questo è un problema che riguarda tutti e che il calcio italiano deve risolvere al più presto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento