menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dries Mertens (Ansa)

Dries Mertens (Ansa)

Liverpool-Napoli, grande cuore degli azzurri: finisce 1-1

Partita dura ma gli uomini di Ancelotti chiudono gli spazi e, dopo essere anche passati in vantaggio, riescono ad uscire imbattuti da Anfield

Doveva essere una partita difficile, difficilissima quella per gli azzurri ad Anfield. Un Liverpool negli ultimi tempi inarrestabile, contro un Napoli di recente opposta faccia della medaglia: scialbo, disorganizzato, abulico e disabituato a vincere. Lo è stato, eppure gli azzurri hanno fatto una gran gara, di pura sofferenza. Finita 1-1, e che è valsa un preziosissimo punto su di un campo dove nessuno riesce a strapparne.

LIVERPOOL-NAPOLI, LA CRONACA

Sorprendente la formazione iniziale scelta da Ancelotti. Di Lorenzo a destra a centrocampo al posto di Callejon, mentre dietro di lui Maksimovic. Punto fisso però il 4-4-2, con una fascia destra più "contenitiva" rispetto al consueto. Da un lato in porta Meret, in difesa da sinistra Mario Rui, Koulibaly, Manolas e Maksimovic; a centrocampo Fabian Ruiz, Zielinski, Allan e Di Lorenzo; in attacco Lozano e Mertens; dall'altro Alisson tra i pali, Gomez, Lovren, Van Dijk, Robertson, Henderson, Fabinho, Milner, Mane, Salah, Firmino.

LIVERPOOL-NAPOLI, SCONTRI PRIMA DEL MATCH

Il Liverpool parte forte e tende, con folate offensive, a superare il centrocampo del Napoli. Gli azzurri però in difesa mostrano solidità e una buona concentrazione. Al 20mo i padroni di casa si fanno sorprendere. Di Lorenzo lancia Mertens in profondità, il belga si invola sul filo del fuorigioco e incrocia un tiro impossibile alle spalle di Alisson: 0-1, il Napoli è in vantaggio. I reds reagiscono e tengono il pallino del gioco, ma gli uomini di Ancelotti chiudono ogni spazio possibile con sugli scudi soprattutto Allan, Koulibaly e Manolas. Nel finale di frazione di gioco i reds cambiano passo: il clima sugli spalti è infuocato, la pressione è forte e il gioco duro, ma il primo tempo si chiude col Napoli avanti di un gol.

Post-partita, le dichiarazioni di Ancelotti e i tweet di De Laurentiis

Nella ripresa il ritmo del Liverpool sale ancora, ed il Napoli non riesce a tenere. Prima Koulibaly fa un miracolo sulla linea dopo un'incertezza di Meret, poi su calcio d'angolo Lovren – il migliore dei suoi – pareggia il risultato. Llorente entra al posto di Lozano per far respirare i suoi, troppo schiacciati dai reds, poi Elmas per Mertens ma prendendo il posto in campo di Zielinski poi rilevato da Younes. È il centrocampo degli azzurri però ad essere a corto di fiato, e i minuti che separano dal fischio finale sono un monologo offensivo degli uomini di Klopp. Ma il cuore e l'impegno profusi dal Napoli non tradiscono, e finisce 1-1.

Liverpool-Napoli, i complimenti di Insigne ai compagni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento