menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Laurentiis: "Un acquisto subito e tre a giugno"

Il numero uno azzurro fissa gli obiettivi di mercato presenti e futuri

In occasione della presentazione del film Natale in Sudafrica presso l'Hotel Vesuvio di Napoli, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha incontrato la stampa parlando anche del momento della squadra azzurra e di calciomercato. Ecco quanto raccolto ed evidenziato da Napoli Today: "Il secondo posto in classifica? La nostra filosofia è quella della crescita continua. Io da presidente devo preoccuparmi di non sfasciare il giocattolo e continuare a scegliere con la ragione e non con l'istinto. Se mi aspettavo un Napoli lassù? Mi aspettavo un Napoli forte perchè ho sempre creduto in Mazzarri, tanto che l'ho desiderato per due anni prima di averlo. Gli ho ulteriormente rinnovato il contratto per affidargli un percorso, affinchè anche lui cresca ulteriormente insieme a noi".

Inevitabile il riferimento al mercato ormai alle porte: "Vedo che molti esperti del settore mi danno consigli, dicono che quest'anno ho un'occasione da non farmi sfuggire e per questo a gennaio non devo tirarmi indietro. Io li ringrazio per i suggerimenti, ma spesso ho disatteso i loro consigli. E poi chi l'ha detto che quest'anno il campionato è livellato verso il basso? Io devo tenere sempre d'occhio il fair-play finanzioario, ho fatto i salti mortali per chiudere anche l'ultimo bilancio in attivo. Lo scorso anno abbiamo resettato e abbiamo dovuto sistemare molti elementi in sovrannumero, molti dei quali sono in prestito e a giugno faranno ritorno. Il mercato di gennaio serve soprattutto a chi non deve retrocedere, ma non per farti fare il salto di qualità. Non ha senso pagare il triplo un giocatore che poi magari, vedi Dossena lo scorso anno, non ti dà subito quel contributo che ti serve. Noi abbiamo bisogno sicuramente di un difensore di piede sinistro subito, poi so bene che per completare l'organico al meglio, a giugno ci sarà bisogno di un altro difensore centrale, di un forte centrocampista e di un altro attaccante. Abbiamo Dumitru che molti ce lo invidiano e Yebda che ha dimostrato di essere un ottimo elemento e poi ancora dobbiamo vedere il vero Sosa. Cannavaro? Gli ho fatto una proposta che non può rifiutare, che anche lui e il suo procuratore hanno apprezzato e che se non accetterà vorrà dire che non ama davvero Napoli. Sirene per Hamsik, Lavezzi e Cavani? A me delle offerte delle squadre avversarie non me ne può fregare di meno, chi vuole restare da qui non se ne andrà mai. Sia chiaro che però noi non tratteniamo nessuno con la forza e se qualcuno ci dicesse che non ha più stimoli per rimanere qui, allora lo cederemo".

Il numero uno partenopeo parla anche del match con la Steaua: "Quella di mercoledì è una partita importantissima, che noi dobbiamo e vogliamo vincere a tutti i costi. L'Europa è uno stimolo in più, io sono un lottatore per natura e mi piacerebbe arrivare il più lontano possibile, magari fino in fondo. Siamo orgogliosi di essere l'unica squadra italiana ancora in corsa. Faccio, dunque, appello ai nostri splendidi tifosi a comportarsi bene e a non creare problemi di alcun genere, rispettando gli avversari e accogliendoli civilmente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento