rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Notizie SSC Napoli

De Laurentiis: "Lavezzi via solo con la clausola rescissoria"

Il presidente azzurro ribadisce il concetto già espresso sul Pocho, nel corso di un'intervista al Corriere dello Sport

Aurelio De Laurentiis ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport. Ecco quanto evidenziato da Napoli Today: "Il Napoli rinato dalle ceneri, un club che era diventato un pezzettino di carta ora va all’Olimpico per giocarsi la Coppa Italia contro i bravissimi e imbattuti neo campioni d’Italia della Juventus. Abbiamo lavorato in questi anni concentrati e a testa bassa per il popolo azzurro. Siamo da cinque anni in serie A e soltanto in una circostanza il Napoli non è riuscito ad arrivare in Europa".

Trentamila napoletani all’Olimpico: mai esodo di massa ha avuto dimensioni del genere.
«E spero che per questi tifosi, ma anche per chi resterà a casa, sia possibile festeggiare: la Coppa Italia sarebbe innanzitutto un omaggio alla città, oltre che ai napoletani sparsi per il Mondo. Ed è chiaro che sarebbe un meritato premio per la squadra, il tecnico, i collaboratori e la società. Noi siamo un gruppo monolitico e siamo felici di essere arrivati a questo punto. Ma non bisogna neanche dimenticare che ad agosto si giocherà la Supercoppa, quasi una sfida di ritorno, visto che se la giocheranno le stesse squadre».

Dice Hamsik: la garanzia del Napoli si chiama De Laurentiis…
«La frase non a caso arriva da un ragazzo che ha scelto di restare ancora da noi e a lungo. Cioè da uno che crede veramente nel mio progetto».

Juventus-Napoli è la madre di tutte le partite?
«Devo dire che quest’anno ne abbiamo avute parecchie di madri: perché se penso al Manchester City, al Bayern, al Villarreal, al Chelsea e soprattutto al clima vissuto in quelle serate, allora m’accorgo ch’è stata veramente una stagione esaltante per la nostra gente. E che vogliamo chiudere nel migliore dei modi: giochiamo contro una formazione che ha appena conquistato lo scudetto, meritandolo; complimenti a loro per la caparbietà dimostrata. Io sono amico degli Agnelli e degli Elkann e li applaudo. Ma domani sera voglio batterli».

Domanda inevitabile, che le farà venire l’orticaria: Lavezzi…
«Non amo fare il mercato attraverso i giornali, anzi preferisco il contrario, perché credo che la riservatezza sia indispensabile in certi settori ed in certi accadimenti. Ma Lavezzi ha una clausola rescissoria e dunque il destino è legato ad essa, non ad altre variabili altrimenti inesistenti. Non piace solo in Francia e in Italia, piace anche in Inghilterra, Germania e Russia».

Domanda scontata: Mazzarri e il Napoli?
«E’ il nostro allenatore, non solo in ragione d’un contratto, ma anche della condivisione sulle scelte sin qui fatte».

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Laurentiis: "Lavezzi via solo con la clausola rescissoria"

NapoliToday è in caricamento