Rose, le nuove varietà del 2011 al Mercato dei Fiori di Ercolano

Una giornata sulla rosa per conoscere le nuove varietà del 2011 e per presentare i risultati di uno studio sulla lotta biologica ai parassiti utilizzando insetti predatori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Sarà la rosa la protagonista indiscussa dell'incontro tra floricoltori di giovedì 23 giugno al Mercato dei Fiori di Ercolano (sala Capri). O meglio, le rose, visto che al mondo ne esistono più di 170 specie e di 2mila varietà. Bianche, gialle, rosse, rosa pallido: non c'è che l'imbarazzo della scelta per il colore, ma anche per il profumo, del fiore più amato dalle donne. E ogni anno le aziende ibridatrici sperimentano sempre nuove varietà che gradualmente conquistano importanti fette di mercato. Per i coltivatori dunque, è fondamentale conoscere in anticipo le novità del settore per sottoporle ai gusti della propria clientela, specie quella più esigente.

Ecco perché abbiamo deciso di offrire agli operatori del settore un ciclo di incontri tematici su singole varietà floreali – spiega Salvatore Colonna presidente Conflomer (Consorzio per lo sviluppo della Floricoltura nel Meridione) abbiamo iniziato il 17 marzo scorso parlando di anemoni, fresie e ranuncoli insieme a Biancheri Creations, Comptoir Paulinois, Michele Schettino e Van den Bos, mentre il 23 giugno ospiteremo le più importanti aziende ibridatrici sul mercato europeo Bartels Roses, Meilland, Nirp international, Schreurs, Vivai Villatella Rosen Tantau Italia, che presenteranno le nuove varietà di rose”.

La giornata prevede l'esposizione dei fiori (ore 17), a cui seguirà un seminario tecnico (ore 18) sulla lotta biologica e integrata ai parassiti delle rose coltivate in serra e, infine, la serata si chiuderà con una pizza offerta a tutti i presenti. Le rose resteranno in esposizione anche nei giorni successivi.

Con questo ciclo di incontri – spiega Piergiovanni Navarro, direttore di Flora, il salone internazionale della floricultura - il Mercato dei Fiori di Ercolano, gestito dalla Cooperativa Masaniello, diventa sempre più punto di riferimento per tutti gli operatori del settore e naturale luogo di confronto sulle ultime novità e approfondimento sull'andamento del mercato”.

Nell'incontro sulla rosa, infatti, – prosegue Colonna – presenteremo anche un importante studio per ridurre l'uso dei pesticidi in agricoltura, così come ci chiede una direttiva quadro dell'Unione europea che diventerà operativa nel 2014. Risultati ottenuti applicando tecniche di lotta integrata (anziché chimica con l'uso di fitofarmaci) ai parassiti delle piante presso alcune aziende collegate al Conflomer che, nell’ambito dei programmi di sviluppo in floricoltura della Regione Campania, da anni collauda e diffonde applicazioni di lotta biologica nelle coltivazioni floricole. I risultati che siamo riusciti a raggiungere nei tre centri florovivaistici di Ponticelli (Napoli), Eboli e Salerno sono davvero sorprendenti: nella coltivazione della rosa, ad esempio, l'utilizzo di insetti predatori per i principali parassiti (ragnetto rosso, mosca bianca e tripide) ci ha consentito di avere terreni meno inquinati (7 volte in meno la presenza di pesticidi per ettaro) e migliori condizioni di salute per i lavoratori che operano nelle serre. Il nostro obiettivo, adesso, è estendere la lotta biologica ad altre aziende campane e nel resto d'Italia”.

I prossimi incontri tematici saranno dedicati alle bulbose, ai crisantemi e ai garofani.

Info su www.mercatofiori.it oppure allo 081.7322950.

 

Ufficio stampa

Luisa Maradei 333.5903471

luisamaradei@libero.it

 

Torna su
NapoliToday è in caricamento