menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Museo di Capodimonte ospita la più grande opera di Picasso

Napoli celebra i 100 anni del viaggio in Italia di Picasso, e lo fa dando vita ad un appuntamento imperdibile con l'arte: "Picasso e Napoli: Parade"

Napoli celebra i 100 anni del viaggio in Italia di Picasso, e lo fa dando vita ad un appuntamento imperdibile con l’arte: “Picasso e Napoli: Parade”. La mostra, a cura di Sylvain Bellenger e Luigi Gallo, è stata  inaugurata lo scorso 8 aprile e sarà aperta al pubblico fino al 10 luglio 2017.

Parade

Per la prima volta in assoluto nel capoluogo partenopeo arriva una delle opere più grandi del Maestro spagnolo, una tela immensa  di 17 metri di base per 10 di altezza, dipinta con colori a tempera nel 1917 per la messa in scena del balletto “Parade” che debuttò al Théâtre du Châtelet, segnando la storia del teatro contemporaneo. L’opera è conservata al Centre Georges Pompidou di Parigi ed installata per l’occasione nella sala da ballo  dei Borbone, nel Museo di Capodimonte, ricreando un’atmosfera magica da teatro,  tra soffuse luci rosse e un silenzio religioso che lascia spazio solo alla meraviglia.  Fino ad ora è stata esposta solo al Brooklyn Museum (1984), al Palazzo della Gran Guardia di Verona (1990), a Palazzo Grassi di Venezia (1998) e al Centre Pompidou di Metz (2012-2013).  Parade va in scena ad inizio secolo, uno spettacolo a tema circense coreografato da Massine, con musiche di Erik Satie, scene e costumi di Picasso, Balletti russi di Diaghilev   e testi di Cocteau. “La scenografia rappresenta una domenica. Teatro ambulante. Tre numeri di music-hall fanno da parata. Prestigiatore cinese, ragazzina americana, due acrobati,  tre manager fanno pubblicità. Nel loro linguaggio orribile dicono che la folla confonde la parata con lo spettacolo  in sé e cercano in modo grossolano di farglielo  capire”. I personaggi sono dei veri e propri ritratti dei suoi compagni di viaggio. Ad accompagnare l’opera anche un’ampia selezione di lavoro del genio catalano, circa 60. Tra queste, i bozzetti per il balletto Pulcinella (in scena nel 1920 a Parigi con musiche di Stravinsky e coreografie di Massine) ed alcune marionette e pupi della maschera napoletana dalla collezione Fundación Almine y Bernard Ruiz-Picasso para el Arte.  

L’ingresso al Museo è previsto tutti i giorni tranne il mercoledì 8.30 - 19.30 (ultimo ingresso alle 18.30). Biglietto integrato mostra + museo € 12,00; Intero € 10; Ridotto € 8 tra i 6 e i 26 anni e per gruppi di almeno 15 persone con prenotazione obbligatoria. Gratuito per bambini di età inferiore ai 6 anni, membri ICOM, guide turistiche, accompagnatori di gruppi, portatori di handicap, giornalisti con tesserino stampa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento