menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Come vedere i film appena usciti in sala comodamente a casa

"Io resto in sala". Ecco come funziona l'iniziativa del Modernissimo

Anche al Modernissimo di Napoli le sale virtuali che permettono anteprime, prime visioni e l’interazione tra spettatori e autori

Le sale cinematografiche, prima o poi, riapriranno. Per ora bisogna pazientare ancora prima di uscire di casa per andare in una sala per godersi un film. Nell’attesa i cinema non mollano e, da quando sono stati richiusi a fine ottobre, hanno ripristinato #iorestoinSALA, un circuito di sale di qualità virtuali, la cui offerta cinematografica è fruibile online.

Messa in piedi grazie alla collaborazione tra un gruppo di esercenti e un gruppo di distributori, l’iniziativa dallo scorso maggio ha coinvolto più di 50 sale italiane e, per il momento, su Napoli ha aderito il Multicinema Modernissimo.

Come funziona #iorestoinSALA

Un modo che può aiutare a ripartire e, soprattutto, a resistere mantenendo vivo un filo diretto con il pubblico. Le sale si sono unite per restituire allo spettatore il piacere di ritornare nel proprio cinema di riferimento attraverso una piattaforma digitale. Ogni cinema comunicherà dai siti, newsletter, social ai propri spettatori la possibilità di acquistare biglietti per le sale virtuali direttamente sul proprio sito.

Lo spettatore acquisterà il biglietto dal sito internet della sala cinematografica scelta e riceverà un codice e un link che corrisponde al suo posto assegnato nella sala virtuale.

Dopodiché, avrà 48 ore a disposizione per vedere il film. I prezzi dei biglietti vanno da un minimo di 3 euro a un massimo di 7,9 euro. I film visibili nelle sale virtuali sono tutte prime visioni. Non mancano eventi in live streaming e incontri digitali con i filmmaker, dove lo spettatore ha la possibilità di interagire via web con gli autori, facendo le domande.

Le sale rispecchieranno le capienze delle sale fisiche del cinema di riferimento. Per esempio, per quanto riguarda il cinema Modernissimo, il cliente godrà della visione in una delle quattro sale del cinema ma in streaming.

A illustrarci l’esperienza di #iorestoinSALA al Modernissimo con le sue potenzialità è Gerardo de Vivo, responsabile comunicazione della Stellafilm.

De Vivo, come si differenzia dalle altre piattaforme digitali in cui sono distribuiti i film di prima visione?

La differenza sta proprio nel desiderio di sottolineare il legame tra pubblico e sala. Il Multicinema Modernissimo non potendo essere aperto fisicamente sposta la sua programmazione online. Conserva il numero di sale e di posti disponibili per sala del suo reale spazio fisico. Le proiezioni online hanno degli orari stabiliti e sono frutto di una programmazione settimanale che sceglie i film più adatti alla nostra clientela tra le prime visioni disponibili sul mercato. Dal momento in cui si acquista il biglietto per lo spettacolo dell’orario scelto, lo spettatore ha un mese di tempo per iniziare a vedere il film. Se si inizia il film invece e si vuole mettere in pausa la visione si potrà disporre di 48 ore per completare la visione. Invitiamo la clientela a riservarsi, seppur dal proprio divano di casa, la possibilità di avere un appuntamento al cinema come erano abituati nello spazio fisico del Modernissimo. Il Mod a casa tua insomma!”

L’iniziativa è ripartita a metà novembre, dopo essere stata lanciata a maggio. Come sta rispondendo stavolta il pubblico?

In questa seconda fase il pubblico risponde meglio che nella prima fase, è il segno di un sentito legame con la struttura, anche sui social ci arrivano in continuazione messaggi di incoraggiamento.”

Sono principalmente cinefili gli spettatori che scelgono #iorestoinSala?

Sono i nostri clienti, che nonostante la larga offerta streaming cercano il contatto con il Modernissimo e si affidano alla nostra programmazione. Non smetteremo mai di ringraziarli e di ricambiare il loro affetto”.

Quali sono i film che, fino adesso, stanno avendo maggiori visualizzazioni?

Sicuramente per ora ci sono COSA SARA’, film in prima visione diretto da Francesco Bruni con Kim Rossi Stuart; ROUBAIX- UNA NOTTE, andato molto bene al cinema; IAM GRETA, il film documentario di Nathan Grossman su GRETA THUNBERG diretto presentato al Festival di Venezia che sarebbe dovuto uscire al cinema a novembre; LETIZIA BATTAGLIA – SHOOTING THE MAFIA, documentario sulla nota fotografa palermitana impegnata contro la Mafia e GAUGUIN”.

Non mancano anche la possibilità di seguire in streaming le presentazioni e gli incontri con attori e registi per promuovere i loro film. Questi momenti di incontro con il pubblico che sono cruciali per il lancio di un film, quanto continua ad avere appeal negli spettatori?

Questa è la vocazione di un cinema che dialoga con il suo pubblico, durante i mesi di settembre e ottobre, tutte le settimane, abbiamo avuto in via cisterna dell’olio registi e attori che sono venuti a Napoli anche in un momento difficile a presentare i loro film ed ora lo fanno sulla piattaforma #iorestoinsala.”

#Iorestoinsala ha anche una caratteristica che assomiglia molto al cineclub, e che, forse, potrebbe rendere ancora più stimolante la proiezione di un film: dare la possibilità di fare amicizia, conversare in chat con il vicino di poltrona e commentare il film. Sta funzionando?

Per ogni film c’è una storia sui social con la quale i clienti interagiscono, quello è una sorta di forum in cui la gente può discutere del contenuto e sentirsi parte della comunità di ‘Natimodernissimi’”.

Questa piattaforma potrebbe continuare a coesistere alla fruizione classica delle sale cinematografiche quando saranno riaperte con continuità? O per le sale potrebbe essere controproducente alla lunga?

Personalmente ritengo che possa essere un utile strumento da poter usare anche in seguito, anche per concedere un tempo più lungo di tenitura del film. I nostri clienti potrebbero avere qualche settimana in più per vedere a casa un film che è già passato in sala…”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione giovedì 21 gennaio 2021

Attualità

Gomorra 5, la stagione conclusiva è alle porte: anticipazioni puntate

social

E' in Campania "zona gialla" che si tradisce di più: i dati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento