rotate-mobile
Cultura

Coldplay a Napoli, al via la caccia ai biglietti. E spunta l'ipotesi di una seconda data

Intanto emerge il fatto che pare sia stato lo stesso Chris Martin ad insistere perché Napoli fosse tra le tappe del tour

A quanto pare è stato Chris Martin, il leader e cantante dei Coldplay, a scegliere Napoli come tappa per il nuovo tour della band. Continua a far parlare il prossimo concerto al Maradona della band britannica, un evento musicalmente rivoluzionario per Napoli: l'ultima band straniera ad esibirsi nel catino partenopeo furono addirittura gli U2, con a supporto i Velvet Underground, nel 1993.

I biglietti

L'appuntamento al Diego Armando Maradona è fissato per il 21 giugno 2023. I prezzi, prevendite comprese, sono quelli di eventi importanti come questo: primo settore numerato 172,50; secondo settore numerato 138; prato 103,50; terzo settore numerato 97,75; quarto settore numerato 74,75; quinto settore numerato 63,25; sesto settore numerato 57,50.
E la caccia inizierà domani. A partire dalle 10 sarà possibile acquistarli su My Live Nation e poi per tutti giovedì, sempre dalle 10, su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it e www.vivaticket.com e nei punti vendita autorizzati. I tagliandi saranno 46mila.

Il perché del Maradona

Ma perché il cantante ha insistito per Napoli preferendola, ad esempio (ed insolitamente a giudicare dalle usuali traiettorie della musica dal vivo internazionale) a Roma? Sicuramente c'è il rinnovato fascino che la città da anni sta avendo verso l'estero, ma anche l'hype di uno stadio col nome del più grande calciatore di tutti i tempi, quasi di per sé sinonimo di calore.

Un tour il più possibile sostenibile

I Coldplay stanno girando il mondo con una carovana che vanta importanti iniziative di sostenibilità, addirittura – oltre naturalmente ai canonici pannelli solari e a turbine eoliche – "piste da ballo cinetiche" che fanno si i fan contribuiscano ad alimentare lo spettacolo.

Il commento di Manfredi

Entusiasta, naturalmente, il sindaco della città. Così Gaetano Manfredi: "L’arrivo di una delle band più seguite e apprezzate al mondo rappresenta una notizia straordinaria per diversi motivi. E testimonia il ritrovato appeal internazionale della nostra città per ospitare grandi eventi: il processo di crescita di una capitale europea passa anche per una programmazione culturale e turistica di spessore e annunciata col dovuto anticipo che consenta di organizzare al meglio i servizi da garantire, la rete di accoglienza da infittire e la conseguente promozione da sviluppare". "Essere inseriti come tappa di un tour mondiale – ha concluso – rende Napoli punto di riferimento dello scenario artistico nazionale ed internazionale. La scelta dei Coldplay di venire a suonare a Napoli è un grande risultato e una sfida. Lo stadio Diego Armando Maradona rappresenterà lo scenario ideale per lo show. Magari non per una sola data". Un frase che fa pensare: Milano, la tappa successiva del tour è addirittura fissata quattro giorni dopo. E se ci fosse in programma un bis?

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldplay a Napoli, al via la caccia ai biglietti. E spunta l'ipotesi di una seconda data

NapoliToday è in caricamento