rotate-mobile
Cultura

Scampia, la musica come balsamo per l'anima della comunità

All'Open Point di Scampia si è tenuto un evento che ha celebrato l'integrazione della musicoterapia nel progetto della Casa di Comunità, evidenziando il potere curativo e unificante della musica

In un vivace incontro di menti e melodie, l'OPEN POINT di Scampia ha celebrato la Settimana Mondiale della Musicoterapia e la Giornata Mondiale della Cura e della Terra, enfatizzando l'importanza della musicoterapia come chiave per la promozione della salute nella futura Casa di Comunità. L'evento, condotto da Elena De Rosa e Renato De Michele, entrambi esperti in psicoterapia e musicoterapia, ha visto la partecipazione di un'ampia gamma di professionisti del settore sanitario, inclusi medici e psicologi, sociologi e gli studenti dell'ISIS Melissa Bassi. La giornata del 18 aprile è stata un vivido esempio di come la musica possa essere un potente mezzo terapeutico.

Il dialogo tra la comunità e gli operatori sanitari è stato rafforzato da esibizioni musicali che hanno evidenziato l'effetto benefico della musica sul benessere emotivo e fisico. Gli studenti hanno esplorato e illustrato i benefici terapeutici della musica, arricchendo l'evento con le loro coinvolgenti performance. Un altro momento davvero significativo è stato l'intervento dei giovani di "Terra 'e Scampia" che, sotto la guida di Salvatore Bruno, hanno offerto una performance coinvolgente di ritmi scanditi da tamburi e chitarre, evidenziando il potere della musica di unire e sollevare gli spiriti. Elena De Rosa (Psicoterapeuta ASl Napoli 1 Centro) ha poi condiviso il successo del progetto "fortissimo, la musica dei bambini … più forte di ogni terremoto", un'iniziativa che ha portato la musicoterapia nelle scuole dell'Abruzzo post-sisma del 2009. La sua narrazione sull'uso della body percussion (in particolare, il battito di mani) come forma di espressione sicura per i bambini ha sottolineato come la musica possa creare un ambiente di protezione e speranza. La musica, con la sua capacità innata di unire le persone e sollevare gli spiriti, si è rivelata un potente strumento per proiettare i partecipanti oltre le difficoltà del presente verso un domani più promettente. Questa capacità della musica di toccare le profondità dell'animo umano senza effetti collaterali la rende un balsamo universale, efficace nell'alleviare gli stati emotivi senza controindicazioni. 

01_open_point_evento_musicoterapia

Il 19 aprile, l'OPEN POINT ha continuato a essere un crogiolo di idee, ospitando laboratori che hanno esplorato ulteriormente la musica come strumento di cura. Questa pratica non solo aiuta i giovani e gli anziani a esprimere e gestire le emozioni, ma offre anche supporto nelle difficoltà motorie e cognitive, dimostrando come la musicoterapia possa essere un complemento essenziale ai trattamenti più tradizionali. L'iniziativa di co-costruzione con il territorio per il benessere degli utenti evidenzia l'impegno dell'OPEN POINT nella creazione di spazi di salute e comunicazione sana. Attraverso l'educazione e la formazione della popolazione, il punto di prossimità si impegna a fortificare il legame tra musica e medicina, riconoscendo il loro intreccio storico e il loro potenziale inscindibile nel curare e unire le persone. L'evento ha riaffermato che la musica non è solo un piacere per l'orecchio, ma una necessità vitale per l'anima e la comunità, fungendo da ponte tra i diversi linguaggi di un ambiente inclusivo e resiliente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scampia, la musica come balsamo per l'anima della comunità

NapoliToday è in caricamento