Raccolta fondi per la Città della Scienza: ecco come fare

Contributi tramite carta di credito, carta prepagata, PayPal o bonifico su conto corrente bancario

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Città della Scienza dopo le fiamme (1)-3In seguito al disastro che la scorsa notte ha colpito la Città della Scienza di Napoli, sono stati immediatamente attivati tutti i canali per rispondere all'immensa ondata di solidarietà che si è sviluppata nel Paese. L’obiettivo è capitalizzare la disponibilità di tutti, cittadini, istituzioni e aziende che vogliano offrire il proprio contributo per la rinascita del polo tecnologico e scientifico di Bagnoli.

La Città della Scienza grazie a due startup campane, DeRev e Cambio Merci, che - a titolo completamente gratuito - hanno messo a disposizione le proprie piattaforme web, ha attivato una raccolta di fondi rivolta a tutti coloro, che con donazioni economiche o con l’offerta di competenze e materiali, intendono partecipare alla ricostruzione di Città della Scienza. Sulle due piattaforme web sono state appena attivate delle pagine dedicate. Nello specifico, su DeRev è stata lanciata una campagna di raccolta fondi (crowdfunding) all'indirizzo https://www.derev.com/revolution/ricostruiamo-citta-della-scienza, attraverso cui chiunque può effettuare donazioni in favore di Città della Scienza: i contributi possono essere inviati automaticamente tramite carta di credito, carta prepagata, PayPal o bonifico su conto corrente bancario.

Parallelamente, su CambioMerci è stata attivata la pagina attraverso cui i professionisti e le imprese possono offrire le proprie competenze e/o materiali utili a riavviare nel minor tempo possibile le attività di Città della Scienza.

Torna su
NapoliToday è in caricamento