Pmi Campania istituisce il Dipartimento Innovazione e Sviluppo. Sarà coordinato dall’Ammiraglio Pio Forlani

La Giunta Esecutiva di Pmi Campania ha deliberato l’istituzione del Dipartimento Innovazione e Sviluppo (D.I.S.) affidandone il coordinamento all’Ammiraglio Pio Forlani.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

La Giunta Esecutiva di Pmi Campania ha deliberato l'istituzione del Dipartimento Innovazione e Sviluppo (D.I.S.) affidandone il coordinamento all'Ammiraglio Pio Forlani.

Il Dipartimento nasce per promuovere lo sviluppo delle potenzialità delle cinque province campane. L'obiettivo primario è quello di far crescere il territorio regionale facendo leva su tre grandi opportunità strategiche:

  • presenza di centri universitari e poli di ricerca di eccellenza;
  • un patrimonio culturale unico al mondo;
  • un sistema di impresa innovativo.

"Il tessuto imprenditoriale campano - afferma l'Ing. Fulvio Campagnuolo, Presidente di Pmi Campania - non beneficia delle innovazioni prodotte nelle nostre Università; i nostri prodotti non "sfondano" nei mercati esteri; i nostri artigiani non dialogano con i nostri designer; i nostri giovani non trovano le opportunità per far emergere i loro talenti. Se vogliamo stare nella competizione globale bisogna saper guardare oltre l'ostacolo e siamo convinti che Pmi Campania, attraverso l'istituzione di un Dipartimento specifico, potrà essere utile in questo senso. Con la scelta - Conclude Campagnuolo - di nominare una figura di spicco e di grande prestigio come quella dell'Ammiraglio Pio Forlani alla guida del Dis, vogliamo lanciare il segnale che Innovazione, Qualità e Territorio rappresentano i punti di forza della nostra azione".

"Ho accettato - commenta l'Ammiraglio Pio Forlani - senza remore questo nuovo incarico per un semplice motivo: mettere la mia esperienza e la mia professionalità al servizio del territorio attraverso un'associazione seria qual'è Pmi Campania. Le linee strategiche che il Dis intende perseguire sono: la valorizzazione delle vocazioni territoriali esistenti in Campania; il sostegno ai processi di "imprenditorializzazione" della ricerca scientifica; la promozione dei prodotti e la messa in rete delle culture produttive locali".

 

Profilo del Contrammiraglio in ausiliaria Dr. Pio Forlani

Il Contrammiraglio a. Pio Forlani è nato a Caserta il 25 aprile 1953. Svolti gli studi classici al Liceo P. Giannone di Caserta e presso la Scuola Militare Nunziatella, ha conseguito la laurea in Scienze Politiche nel luglio1975 presso l'Universita' di Napoli Federico II. Ha successivamente frequentato l'Accademia Navale di Livorno, il Corso di Preparazione alle Funzioni Internazionali della Societa' Italiana per l'Organizzazione Internazionale (SIOI) e il Corso Superiore di Stato Maggiore dell'Istituto di Guerra Marittima (IGM).

Nel corso della sua vita professionale e' stato destinato, con incarichi di crescente responsabilità, a bordo di Unita' di linea della Squadra Navale ( S.Giorgio, Ardito, Maestrale) e presso Comandi ed Enti a terra tanto della Marina Militare che interforze ed internazionali, in Italia ed all'estero. In particolare, nell'ultimo decennio della sua vita professionale, è stato dapprima a capo dell' Ufficio di Coordinamento Nuove Costruzioni e Dottrina Logistica del Reparto Studi Progetti Mezzi e Materiali (SPMM) dello Stato Maggiore Marina e poi dell'Ufficio Ricerca e Sviluppo dello Stato Maggiore della Difesa, con responsabilità sui processi di sviluppo e validazione dei Requisiti Operativi di progetti quali, nella dimensione maritime, quelli relativi alle nuove Unita' di Pattugliamento cl. Comandante Cigala Fulgosi, alla Portaerei Cavour e, nella cornice internazionale ITA/FR i requisiti di Supporto Logistico Integrato delle Fregate cl.Duilio mentre, in ambito interforze, ha curato la definizione del Piano Spaziale della Difesa 2012/2020, la condotta delle negoziazioni per la definizione dei requisiti funzionali del futuro sistema satellitare europeo di Osservazione della Terra MuSIS e i processi di sviluppo e validazione di numerosi requisiti operativi di Sistemi Complessi di Difesa, tra cui quelli dell'UAV tattico (TUAV), degli Elicotteri da Trasporto Medio e Pesante, dell'EI e dell'AM, del Pattugliatore Marittimo su piattaforma ATR 72, e della nuova Autoblindo Centauro II, conseguendo elevatissimi riconoscimenti tra cui l'Encomio Solenne del Capo di Stato Maggiore Difesa.

L' Amm. Forlani ha lasciato il servizio attivo nell'ottobre 2010 ritirandosi a vita privata a Caserta. Ha collaborato dal 2004 al 2011 con l'Universita' La Sapienza di Roma, presso cui ha svolto un incarico di insegnamento nel modulo "Requisiti del Ciclo di Vita" del Master in Gestione dei Materiali e dei loro Sistemi Complessi. In qualità di Esperto, infine, sta affiancando la Direttrice del Dipartimento di Scienze Internazionali e Studi sul Sistema Politico ed Istituzionale Europeo, dell'Universita' di Napoli Federico II, nel progetto "Multinational Experiment 7 MNE-7, Access to Global Commons- Legal Framework of Access to Cyberspace" e nel progetto "Cyberworld" di OSN/CEMISS.

Torna su
NapoliToday è in caricamento