Il liceo Fermi al San Paolo

Studenti allo stadio in occasione della partita Napoli - Fiorentina

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

La passione per lo sport e in particolar modo per il calcio e per la squadra della propria città è un connubio perfetto per unire scuola e divertimento. L’interessante iniziativa che ha entusiasmato gli studenti è partita da Domenico Pagliuca, docente di Scienze Motorie del Liceo Fermi. All’iniziativa hanno preso parte 18 alunni sorteggiati tra le classi prime, accompagnati dai professori di Scienze Motorie Carlo Di Santo e Ciro d’Angelo. I fortunati partecipanti sono partiti alle ore 12.00 dal Liceo ed arrivati alle 13.00 presso lo Stadio San Paolo di Napoli. Il calcio d’inizio è stato battuto dalla squadra di casa quando scorrevano le 15.00 e i ragazzi hanno seguito appassionatamente lo scontro dai Distinti Inferiori, godendo così una visione ottimale dei giocatori in campo. Nonostante le diverse occasioni da una parte e dall’altra la partita si è conclusa sullo 0-0, lasciando un velo di delusione sugli Azzurri e i suoi sostenitori, che speravano di poter raggiungere la vittoria. Una giornata interessante e fuori dalle righe per gli studenti del Fermi che vedono la loro scuola non solo come momento di apprendimento ma, con queste occasioni, anche come momento di aggregazione sociale e divertimento, segno che il Liceo Fermi ha davvero una marcia in più! Al termine della partita il prof. Carlo Di Santo ci ha raccontato: “Innanzitutto il mio pensiero va al mio collega Domenico Pagliuca, preparatore atletico dell’under 16 del Napoli, da cui è partita l’idea di questa grande iniziativa, mettendo a disposizione diversi biglietti per assistere alla sfida.” Poi in merito alla giornata appena trascorsa ha aggiunto:” L’esperienza è stata bellissima, sono stato molto felice nel vedere i ragazzi legare tra loro, accumunati da un’unica grande forza, quella per lo sport.”

Torna su
NapoliToday è in caricamento