menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Matteo De Filippo

Matteo De Filippo

Matteo De Filippo: il figlio di Luca è un ristoratore di successo a Madrid

Gestisce insieme alla moglie "Matteo Cucina Italiana", un laboratorio di pasta artigianale, con annesso ristorante, nel Mercato De La Paz: la sua storia e la sua cucina

Matteo De Filippo gestisce insieme alla moglie un laboratorio di pasta artigianale, con annesso ristorante, a Madrid. Il cognome non mente: è proprio il figlio di Luca e nipote di Eduardo. A raccontare la sua storia è Gaberorosso.it.

Prima dedicatosi al teatro – nel 1999 debuttò al Teatro Tasso di Napoli – Matteo ha trovato successivamente la sua vera vocazione, la cucina. Cominciata l'Accademia nazionale d'arte drammatica di Roma, si diploma all'Alma e lavora in alcune osterie. Il progetto è aprire un agriturismo in Umbria, ma l'ambasciatore Leonardo Visconti di Modrone lo chiama a Madrid come cuoco personale di ambasciata.

Matteo definisce quella un'esperienza importante, “una vera palestra”. Passa qualche anno, e decide di restare a Madrid. Nel 2012 apre un laboratorio con vendita diretta di pasta fresca e piatti vari di cucina italiana. Da “Artigiano della pasta” cambia per comodità il nome in “Artesano de la pasta” e apre un banco allo storico Mercato De La Paz. La voce si sparge, guadagna un banco migliore al mercato, e sposta lì l'intero laboratorio. E poi si allarga a vineria, e ancora anche a ristorante: è così che è nato Matteo Cucina Italiana, un vero e proprio successo nostrano a Madrid.

Oggi sono 60 i posti a sedere. “Il menu non è 'del dia', come si usa in Spagna – racconta – ma alla carta, grazie alla quale ci prendiamo il tempo di spiegare ai clienti ogni piatto. Oltre ai primi, anche i secondi, come ossibuchi, stufati, rollè, polli ripieni, con gli ingredienti del mercato. La mattina arrivo presto e mi faccio un giro tra i banchi, solo successivamente studio le proposte del giorno. Le dinamiche del mercato mi piacciono troppo, mi entusiasma avere a che fare direttamente col pescivendolo o il macellaio di turno”. Ogni settimana il menu è dedicato a una regione italiana.

I piatti sono disponibili anche al negozio gastronomia, pret a magner: “Se poi alcuni piatti sono da fare espressi – spiega – mando un cuoco fidato direttamente a casa”. Insomma, una nuova e bella esperienza in una storia familiare ormai celebre. E a giugno nascerà il figlio di Matteo e Chiara, la moglie. Lo chiameranno Eduardo, come il bisnonno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Vitamina E, Covid e sesso. Cosa sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento