Sabato, 15 Maggio 2021
Stella Stella / Rione Sanità

Pizzo ad un'impresa edile, arrestato estorsore nel Rione Sanità

Il giovane è stato incastrato dopo che un agente si era finto appartenente ad un clan rivale, e che altri poliziotti si erano infiltrati tra gli operai dell'impresa a cui stava estorcendo 3mila euro

Polizia

Ieri pomeriggio la polizia ha arrestato un pregiudicato di 25enne del Rione Sanità. L'accusa è di estorsione continuata ed aggravata. Lo scorso 8 luglio, un agente si era recato in borghese nei pressi di un edificio nella Sanità, dove un'impresa edile stava effettuando dei lavori. Confuso per un estorsore dagli operai, era venuto a sapere che un uomo di nome Antonio sarebbe passato nel pomeriggio ad incassare la seconda “rata” del pizzo.

A quel punto l'agente ha colto al balzo l'equivoco fingendosi di un altro clan, questo sì in “diritto” di chiedere soldi al titolare dell'impresa. Tornato nel pomeriggio al cantiere, l'agente ha incontrato un responsabile dei lavori, che gli ha spiegato di aver già pagato 2500 euro e che altri 500 sarebbero stati corrisposti ad Antonio, atteso da li a poco. Spaventato dal poliziotto, il responsabile ha consegnato a lui la somma, chiedendogli di chiarire con l'estorsore “rivale” la questione.
L'agente, dopo aver intascato il denaro, si è messo a quel punto ad aspettare il reale estorsore. Visto che i lavori del cantiere erano terminati, il poliziotto ha chiesto al responsabile dei lavori un passaggio a bordo del suo furgoncino: allontanatosi dalla zona, si è quindi qualificato e lo ha condotto in Questura.

Il giorno dopo tra gli operai si sono infiltrati dei poliziotti. Verso le 17 è arrivato finalmente l'estorsore. Il malvivente, avvicinatosi al capocantiere, ha iniziato a chiedergli i soldi. A quel punto, i poliziotti infiltrati sono intervenuti e lo hanno arrestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzo ad un'impresa edile, arrestato estorsore nel Rione Sanità

NapoliToday è in caricamento