menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ressa in via Forno Vecchio

Ressa in via Forno Vecchio

Borse di studio arretrate, folla in via Forno Vecchio: feriti e cariche della polizia

Disagi e caos all'esterno del Banco di Napoli per la riscossione di contributi scolastici in giacenza. Tutto per un errore di comunicazione: in realtà la scadenza era il 30 dicembre e sarebbe stato possibile ritirare anche in altre filiali

L'intervento della polizia, feriti, una ressa secondo alcuni “da terzo mondo”. È quanto accaduto stamattina in via Forno Vecchio, nel Centro Storico. Tutto per delle borse di studio arretrate messe a disposizione dal Ministero dell'Istruzione.

Si credeva che potessero essere riscosse soltanto nella filiale del Banco di Napoli che si trova lì (in cui peraltro era aperto uno sportello solo), questa la ragione a monte dell'arrivo di migliaia di persone i cui contributi scolastici sarebbero andati in prescrizione alla fine del 2015.

“S’è rischiata la tragedia – hanno spiegato Gianni Simioli ed il consigliere regionale Francesco Borrelli a Radio Marte – hanno cominciato a pressare per entrare a migliaia, creando una situazione pericolosa che ha posticipato l’apertura della filiale e reso necessario l’intervento della polizia in tenuta antisommossa”. “Possibile che nessuno abbia pensato di accreditare le somme su conti correnti o carte prepagate per evitare queste resse da terzo mondo?”, hanno concluso i due.

RESSA IN VIA FORNO VECCHIO - IL VIDEO

In realtà è stato un errore di comunicazione a provocare tanti disagi. Le borse - che riguardano studenti i quali ne avevano maturato il diritto negli ultimi dieci anni, allo stato attuale 3 milioni di euro in giacenza – potranno essere ritirate fino al 30 dicembre 2015. I mandati possono essere riscossi presso tutte filiali del Banco di Napoli in città ed in provincia.

Inoltre, come comunicato dal Ministero, per coloro che non possono ritirare di persona con il mandato a loro intestato, basterà una delega che deve essere emessa presso gli uffici di Diritto all’istruzione in piazza Cavour, aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì fino alle 13.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento