rotate-mobile
social

Patto per la moda tra Fondazione BancoNapoli e Fondazione Mondragone

Per approfondire l’estetica del vestire e la sua evoluzione nella storia

Si annuncia una stagione ricca di collaborazioni interdisciplinari tra la Fondazione Mondragone e la Fondazione Banco Napoli tra cui è stata firmata un'intesa per il “Museo della Moda”. "Una logica di coesione partecipativa - spiega Maria d’Elia, presidente del Museo della Moda - vede l’attivazione di una comunità capace di creare occasioni virtuose del tempo e dello spazio, con modelli di governance in grado di pensare al nuovo senza dimenticare la tradizione". "Puntiamo a un programma che approfondisca l’estetica del vestire, che veda l’evoluzione dei gusti nella storia della moda - ha spiegato Orazio Abbamonte Presidente della Fondazione Banco Napoli - utilizzando al contempo un sistema di management in cui i partner operano autonomamente, ma con una visione integrata". Nell’ambito delle nuove attività generate dal protocollo, tutte all’insegna del principio della interdisciplinarità dei saperi, è stata già programmata una mostra a cura di Bianca Stranieri che vedrà in esposizione i paramenti sacri in possesso della Fondazione Mondragone e diversi contenuti documentali in tema selezionati tra quelli custoditi presso l’archivio storico della Fondazione Banco Napoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patto per la moda tra Fondazione BancoNapoli e Fondazione Mondragone

NapoliToday è in caricamento