Martedì, 16 Luglio 2024
La novità alla Gaiola / Posillipo

Arriva GaiolEtta, la navetta super green per giungere al Parco sommerso di Gaiola

Il servizio sarà gratuito e per il mese di agosto avrà una funzione sperimentale attiva i weekend di Agosto. La priorità nell'utilizzo sarà data anziani e famiglie con bambini

E’ un step importante per il Parco Sommerso della Gaiola avere una navetta elettrica, soprattutto, in settimane in cui Napoli brulica di turisti. Oggi, infatti, è stato inaugurato questo servizio che sarà attivo il sabato e la domenica, dando priorità agli anziani e ai bambini.

Un servizio all’insegna del Green

La Gaiola ha un fascino intramontabile non solo per i napoletani ma anche per chi viene da fuori. Per molti, se si viene a Napoli nei mesi estivi, fare una capatina alla Gaiola è qualcosa di imprescindibile. Negli ultimi anni, però, sia per uno stato di incuria che per complessità logistiche, non è rientrata tra gli itinerari più facile da fare.

Da tempo si sta facendo un lavoro certosino per fare in modo che non sia un luogo abbandonato a sé stesso. Seguendo questo disegno per fare emergere solo la sua bellezza, dare l’opportunità dell’utilizzo di navette gratuite è una conquista, principalmente se rispettano l’ambiente entrando in armonia con esso.

L’arrivo di GaiolEtta, la navetta elettrica messa a disposizione dall’Ente gestore CSI Gaiola onlus, è un servizio green che rende più agevole e confortevole recarsi nella piccola Area Marina Protetta partenopea durante la stagione estiva.

Le sue dimensioni sono piccole, infatti ha una capienza adatta a 8 persone, proprio per rendere più semplice il percorso tortuoso che porta a Discesa Gaiola.

Non è pensato per essere un trasporto pubblico per la Gaiola, ma solo un piccolo servizio sociale in più per venire incontro a chi può avere più difficoltà a percorrere a piedi la strada che conduce al Parco. La navetta sarà infatti dedicata prioritariamente a persone anziane, famiglie con bimbi piccoli o persone che hanno difficoltà motorie e partirà dallo stazionamento bus di capo Posillipo, per venire incontro a chi sceglie di recarsi al Parco utilizzando i mezzi pubblici cittadini.

navetta-gaiola

“Oggi chi si reca alla Gaiola, anche semplicemente a farsi un bagno e rilassarsi sulla spiaggia, ha finalmente la percezione di trovarsi all’interno di un Parco naturale e questo aiuta enormemente anche l’azione di tutela di questo immenso patrimonio cittadino” afferma  Maurizio Simeone, Direttore AMP Parco Sommerso di Gaiola “Dopo tanti anni di incuria oggi credo che il compito di un’area marina protetta come quella di Gaiola, incastonata nel tessuto urbano di una grande metropoli come Napoli, sia sempre più quello di far camminare di pari passo la tutela e la fruizione pubblica sostenibile, con un occhio sempre rivolto verso le fasce sociali più deboli o disagiate”

La rinascita della Gaiola

La super green GaiolEtta potenzia ulteriormente i servizi per rendere fruibile l’area protetta e le meraviglie che custodisce il Parco Sommerso della Gaiola. Proprio qualche settimana fa è stata lanciata e accolta con successo l’iniziativa degli ombrelloni sociali marini che ogni giorno vengono dati gratuitamente ai bagnanti del Parco, sempre con un occhio di riguardo per anziani e famiglie con bambini. Un’occasione in cui i bagnanti imparano a conoscere ogni giorno una specie marina che popola i fondali del Parco.

Tutto ciò dimostra un impegno costante che ha due obiettivi: la tutela del patrimonio naturalistico e migliorare le condizioni di vivibilità e cura del luogo per bagnanti e visitatori.

Questo lavoro graduale, iniziato qualche anno fa, è supportato da Comune di Napoli, soprattutto perché sta diventando un esempio di riscatto territoriale sotto il segno della sostenibilità. Con l’accordo istituzionale firmato tra Ente gestore, Comune di Napoli e Autorità portuale per la fruizione sostenibile dell’area, i cittadini e turisti stanno riscoprendo infatti il Parco sommerso di Gaiola dove a pochi metri di profondità si possono ammirare le antiche vestigia della villa d’otium del Pausilypon.

La navetta elettrica GaiolEtta diventa un tassello essenziale della rinascita della Gaiola.

Per ora avrà una funzione sperimentale che sarà attiva i weekend di Agosto, con 4 fasce orarie in concomitanza con apertura e chiusura del Parco ed il cambio turno tra mattina e pomeriggio ( gli orari indicati sono: 8:30 – 10:30; 12:30 – 14:30; 17:00 – 18:30) .

 Oggi c’è stato il primo giro inaugurale con la presenza del Direttore del Parco sommerso di Gaiola, Maurizio Simeone, la Consigliera comunale Maria Grazia Vitelli e il Vice Presidente della I Municipalità Marcello Matrusciano e l’Assessore al Turismo del Comune di Napoli, Teresa Armato.

“Oggi, nel cuore della terza città d’Italia, possiamo vantare un gioiello che offre un centro di ricerca e divulgazione, laboratori didattici con attività ludico creative, percorsi per escursioni e itinerari storico archeologici ricchi di storia e di fascino che includono anche la Grotta di Seiano e il Parco archeologico del Pausilypon” dichiara l’Assessore Armato “In questo contesto così ricco di opportunità, sia per i cittadini sia per i turisti, si inserisce una spiaggia che, grazie alla sinergia con il CSI Gaiola Onlus, è stata resa nel tempo sempre più accessibile e vivibile. In questo percorso GaiolEtta rappresenta un ulteriore tassello fondamentale di tanti altri che si aggiungeranno in futuro. Come amministrazione sentiamo il dovere di valorizzare il più possibile questo modello, forti anche dell’accordo istituzionale rinnovato con il Parco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva GaiolEtta, la navetta super green per giungere al Parco sommerso di Gaiola
NapoliToday è in caricamento