menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Napoli Film Festival (Foto Pigrecoemme)

Napoli Film Festival (Foto Pigrecoemme)

Napoli Film Festival: maratona di 80 giorni

Un programma unico di eventi pur conservando ciascun festival la sua identità e cifra stilistica: ecco gli appuntamenti

L'Assessorato alla Cultura e al Turismo è ancora una volta lieto di accompagnare e promuovere lo sforzo di coordinamento che i vari organizzatori continuano a portare avanti con passione e energia dopo la prima esperienza di rete dello scorso anno. Obiettivo comune è la diffusione della cultura cinematografica quale mezzo di conoscenza e approfondimento non solo artistico, ma anche sociale, antropologico, politico, di attualità, tramite opere che offrono nuovi sguardi e occasioni di riflessione tralasciate dai circuiti commerciali.

Da settembre a dicembre, in un'ideale maratona della durata di circa ottanta giorni, ci sarà un programma unico di eventi pur conservando ciascun festival la sua identità e cifra stilistica. Inizia il Napoli Film Festival il 28 settembre, con un omaggio al regista dell'anno, il napoletano Mario Martone, organizzando una serata incontro con il pubblico e una retrospettiva a lui dedicata. Previsti altri ospiti importanti quali il regista Francesco Munzi, e Marco Risi, Libero de Rienzo e Andrea Purgatori per ricordare il giornalista Giancarlo Siani a trent'anni dalla sua uccisione.

Il NFF cederà idealmente la staffetta a Artecinema che inaugura la sua 20ª edizione il 22 ottobre al Teatro San Carlo con i film in prima nazionale Art War di Marco Wilms sull'arte dei graffiti come unico strumento di contestazione in Egitto, durante la primavera araba e il film Jeff Koons: Diary of a Seducer di Jill Nicholls attraverso il quale si seguirà uno dei più controversi artisti del nostro tempo durante la preparazione delle recenti mostre al Whitney Museum di New York e al Centre Pompidou di Parigi. Venezia a Napoli.

Il cinema esteso si terrà dal 22 al 25 ottobre. La quinta edizione della rassegna cinematografica proporrà in numerose sale del capoluogo campano una selezione di film tra le opere presentate all'ultima Mostra Internazionale di arte cinematografica di Venezia. Cinematografie lontane, film in lingua originale, dialoghi con i protagonisti. Evento di punta, in esclusiva nazionale, la proiezione del film Rabin, the last day, del maestro israelianio Amos Gitai, il 2 ottobre alle 20.30 al Cinema Metropolitan, serata in collaborazione con il NFF; per l'occasione, l'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli consegnerà al regista un attestato di benemerenza.

Il Festival del Cinema dei Diritti Umani (VIII edizione) si svolgerà dal 9 al 14 novembre in vari luoghi della città per proporre, attraverso proiezioni, incontri e testimonianze, l'idea di "Napoli, Capitale dei Diritti Umani", un obiettivo ambizioso che rende omaggio alla cinematografia dei popoli in cammino verso la democrazia.

Il Festival del cortometraggio 'O Curt, dal 18 al 21 novembre, offrirà una finestra sul mondo del cinema breve con le sue cinque sezioni competitive e opere provenienti da tutti i continenti; il meglio della produzione internazionale a cura degli Istituti di Cultura; ospite di quest'anno il regista culto Victor Erice. Omovies il primo Festival LGBTQ (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender e Questioning) del Sud Italia, parla d'amore e delle sue differenze. L'aspetto originale è il Questioning, che vuol dire porsi domande riguardo un tema, elemento chiave di apertura e condivisione delle tematiche LGBT. Si svolgerà nel mese di dicembre, preceduto da OMOVIES@SCHOOL, rassegna Educational contro il bullismo. Oltre ai singoli festival, la rete che sostiene questo progetto è ancora più articolata se si pensa al coinvolgimento delle tante altre realtà culturali cittadine che si fanno partner talvolta trasformandosi per l'occasione in 'sale cinematografiche' e 'agorà' per gli incontri o collaborando in varie forme: gli Istituti di Cultura, le Università, le Scuole, gli spazi privati e pubblici, le Associazioni. Questo ampio programma, promosso dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo, su proposta del Coordinamento dei Festival Cinematografici della Campania, diventa inoltre un valido strumento per ampliare l'offerta culturale e turistica della città di Napoli da proporre nei circuiti nazionali e internazionali del settore. "Considero positivo che da qualche anno il lavoro dei diversi organizzatori di questi 'appuntamenti' napoletani del cinema si vada sempre più coordinando, e sono fiero che l'Assessorato alla Cultura si sia fatto promotore di questo incontro.

Durerà quasi tre mesi questa 'Maratona del Cinema', ma sarà tutt'altro che una corsa defatigante. E' al contrario un viaggio di esplorazione, che ci offre paesaggi diversi ad ogni sosta e suggestioni inattese; un unico percorso articolato, nel quale ogni rassegna svolge tematiche proprie, ha un suo pubblico di elezione, ma, contemporaneamente, sa e vuole rivolgersi ad un pubblico più ampio di appassionati, offrendo loro una ricca serie di opportunità. Così, mentre il percorso della maratona invoglia noi napoletani a riscoprire, con rinnovata meraviglia, le infinite potenzialità della settima arte, si arricchisce allo stesso tempo il panorama culturale della città, rendendolo sempre più ricco, interessante e stimolante"- dichiara l'Assessore Nino Daniele.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Villa mozzafiato in vendita a Marechiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento