Mercoledì, 4 Agosto 2021
Economia

“Il Primo Maggio per Napoli? Una giornata triste”

Parole di Giovanna Del Giudice, assessore provinciale alla Gioventù. “Su 200mila disoccupati la metà sono giovani tra i 15 ed i 27 anni. Bisogna fare in modo che possano scegliere di restare qui e trovare lavoro”

Giovani in cerca di lavoro

“Un'altra triste giornata per Napoli e la provincia”. È così, che Giovanna Del Giudice, assessore provinciale alla Giuventù ed alle pari opportunità, definisce il prossimo Primo Maggio. “I dati sul lavoro continuano ad essere allarmanti, in particolare per i giovani e le donne – ha proseguito Del Giudice – Su circa 200mila disoccupati tra Napoli e provincia, quasi la metà sono giovani tra i 15 e i 27 anni”.

“Gli stessi recenti provvedimenti governativi non hanno fatto altro che accrescere la precarietà e l'insicurezza per i giovani. I nostri giovani – ha aggiunto l'assessore – sono costretti spesso ad emigrare per vedere soddisfatta la loro legittima aspirazione a costruirsi onestamente un futuro. Recenti dati prevedono tra qualche decennio un esodo dalla provincia di circa mezzo milione di persone”.

Necessario, per Del Giudice, “mettere in campo tutte le risorse, economiche e politiche, per far sì che i giovani dei nostri territori possano restare qui e trovare lavoro”. Oggi più che mai – ha concluso l'assessore – abbiamo questa responsabilità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il Primo Maggio per Napoli? Una giornata triste”

NapoliToday è in caricamento