Il porto napoletano decimo in classifica tra gli scali nazionali

Al primo posto Venezia, poi Genova e Civitavecchia. La classifica è stata annunciata a Napoli. Il presidente di MAR.TE Ferretti: "Potremmo risollevarci con gli investimenti cinesi"

Durante il convegno finale del progetto MAR.TE., presso Villa Doria d’Angri di Napoli, è stato annunciato il primo ranking degli scali italiani ad un anno dalla riforma portuale che ha introdotto le nuove 15 Autorità di Sistema Portuale (AdSP). Al primo posto della classifica finale troviamo Venezia (67,30/100), a seguire Genova, poi Civitavecchia. Napoli (che comprende gli scali di Salerno e Castellammare) si piazza al decimo posto con un punteggio di 42,96/100, al di sotto della media nazionale stimata in 46,38/100. Il modello di analisi è basato su sei fattori critici di successo (Port Logistics, Governance Efficiency, Economics & Finance, Socio-economics impact, Market trend & Communication e Green challenges).
"I porti italiani sono ancora lontani dai livelli di competitività nordeuropei", spiega Marco Ferretti, presidente di MAR.TE. "Anche grazie agli investimenti del governo cinese, però, possiamo diventare fondamentale snodo per l'ingresso nell'Europa continentale delle merci orientali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento