Sabato, 13 Luglio 2024
Economia Chiaia / Riviera di Chiaia

Lo sfogo di Schettino: "Apro un nuovo locale, darò lavoro e mi mandano i controlli. Troppe invidie al Sud"

"Ci tengo a far sapere a tutti che è tutto in regola. Mi chiedo perchè è stata fatta la segnalazione? E' dettata da ignoranza", spiega il patron della catena Giappo

"E' difficilissimo fare impresa al Sud, perchè siamo invidiosi. Io, per primo, leggevo articoli sul successo della Poke in Italia, in cui si decantano solo locali del Nord e fino a Roma. E mi chiedevo, ma come, io ho aperto una catena dedicata, ho un food truck che spopola, ma di noi nulla, tranne che nei giornali del Sud. Noi però non dobbiamo invidiare nulla perchè gli imprenditori del Sud perchè sono i migliori d'Italia, ma ci perdiamo in piccolezze". Inizia così lo sfogo di Enrico Schettino, patron della catena Giappo sulla difficoltà del fare impresa al Sud e sui controlli ricevuti nei giorni scorsi dopo una segnalazione anonima.

L'apertura alla Riviera di Chiaia e i controlli "mirati"

"Sto realizzando un locale alla Riviera di Chiaia, nel mio quartiere d'origine, dove unirò tutti i miei brand, faremo un'academy, daremo anche formazione e lavoro, ma dopo un esposto mi sono arrivati i giusti controlli antiabusivismo. Ci tengo a far sapere a tutti che è tutto in regola. Mi chiedo perchè è stata fatta la segnalazione? E' dettata da ignoranza. Io sono in Confesercenti, sono per le sinergie. Non dobbiamo fare guerre interne, altrimenti resteremo sempre piccoli, igoranti e invidiosi", conclude Schettino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo sfogo di Schettino: "Apro un nuovo locale, darò lavoro e mi mandano i controlli. Troppe invidie al Sud"
NapoliToday è in caricamento