menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Discarica del Castagnaro: comitato in protesta durante incontro sindaco-Vardè

Il primo cittadino di Quarto, Massimo Carandente Giarrusso, ha incontrato il commissario Vardè. Intanto fuori 200 manifestanti contro la discarica

È durato circa due ore l'incontro tra il Sindaco di Quarto, Massimo Carandente Giarrusso, e il commissario straordinario per le discariche, Annunziato Vardè, tenutosi stamane presso gli uffici della SAPNA. Circa 200 manifestanti del Comitato "No alla discarica al Castagnaro", il cui presidente era presente all'incontro, hanno accolto il Sindaco quartese all'arrivo alla SAPNA. Durante la riunione, il primo cittadino quartese ha ribadito il suo no perentorio alla discarica al Castagnaro e ha confermato il suo impegno per l'adesione al programma "rifiuti 0" raggiungibile con la raccolta differenziata "porta a porta" già attuata ormai in gran parte della città.

«È stato un incontro interlocutorio - ha dichiarato Giarrusso - ho ribadito al Commissario Vardè che il compost fuori specifica è nocivo per l'ambiente e per l'uomo e che, dunque, non può essere utilizzato per la ricomposizione della Cava del Castagnaro mentre lo stesso Vardè insiste nell'affermare che tale compost è a norma e non nocivo. Il commissario – continua il sindaco – che ha ricevuto pieni poteri in materia di apertura di discariche, ha una certa fretta nel voler risolvere la questione: a giugno dovrà ritornare a Bruxelles con un Piano di Gestione Rifiuti per la Campania adeguato e ci ha proposto un tavolo tecnico misto, composto da nostri esperti ed esperti tecnici del Prefetto, per analizzare la nocività e le proprietà del Compost Fuori Specifica CER 19.05.03. Un campione di tale compost verrà prelevato a Tufino ed analizzato contemporaneamente dagli esperti ed i risultati verranno comparati».

L'amministrazione cittadina, il comitato e le persone che hanno manifestato contro la discarica, sono convinte della nocività del compost e non sono disposte a sacrificare il loro territorio per una discarica. Intanto una delegazione di 200 membri del comitato antidiscarica del Castagnaro si è riunita in presidio durante l’incontro tra il commissario Vardè, il sindaco di Quarto Giarrusso ed un rappresentante del comitato. Dopo circa un'ora e mezza, però, il rappresentante del comitato si è trovato costretto ad abbandonare l’incontro per le “assurde pretese del commissario”, come fanno sapere i comitati in una nota.

“Per l’ennesima volta – si legge dalla nota del Comitato antidiscarica di Quarto – il Commissario di turno, con la scusa di mettere in primo piano il bene comune per risolvere l’emergenza rifiuti a Napoli, vuole schiacciare le popolazioni che giustamente lottano e rivendicano il diritto ad un ambiente sano e alla salute. Noi non ci limitiamo a dire NO alla Discarica al Castagnaro – conclude la nota – è tutto il ciclo dei rifiuti che deve essere rivisitato, partendo da quelli che sono le alternative.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento