rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Elezioni regionali 2010

Il Pdl lancia la campagna elettorale partendo dalla sanità

Presentato sabato nel circolo regionale del PdL, alla presenza anche di Nicola Cosentino, il convegno che si terrà oggi all’hotel Excelsior in via Partenope e che partendo dal problema della sanità nella regione lancia la campagna elettorale del partito in vista delle prossime elezioni regionali. "La sofferenza del comparto ospedaliero campano è causata dalla mancata programmazione e dalla mala politica degli ultimi 15 anni” ha detto Marcello Taglialatela

Nel coordinamento regionale del Pdl si è dato inizio ai lavori e alla campagna elettorale in vista delle prossime elezioni regionali. Il primo settore su cui si intende lavorare è proprio quello della sanità, su cui si dibatterà nel convegno organizzato per lunedì prossimo all’hotel Excelsior.

Presenti Nicola Cosentino, coordinatore regionale del Pdl, Marcello Tagliatatela  coordinatore grande città di Napoli e Paolo Romano neocapogruppo regionale Pdl.

“E' l’inizio di un confronto importante che non si soffermerà naturalmente al periodo pre-elezioni, ma continuerà anche in seguito. Dobbiamo costruire una nuova sanità, la sofferenza del comparto ospedaliero campano è causata dalla mancata programmazione e dalla mala politica degli ultimi 15 anni” dice Marcello Taglialatela.

La sanità campana cade visibilmente a pezzi, nonostante venga speso il 65% delle somme primarie regionali annue. È lacerata da decenni  di clientelarismi e favoritismi e  l’usl Napoli 1 risulta essere la più indebitata d’Europa, con una spesa di 5 miliardi di euro ogni anno.

Questi i punti toccati dalla conferenza, oltre ai manifestati timori verso l’ ormai prossima attuazione del federalismo fiscale, che come una lente d’ingrandimento renderà visibili tutte le carenze  e le mancanze della sanità del sud in generale e della  Campania in particolare.

Il sottosegretario all'economia Nicola Cosentino, durante il convegno, ha replicato con ironia a Bassolino, che all'assemblea del Pd campano si è definito il miglior candidato:"Lui il migliore? figuriamoci il peggiore." e ha polemizza indirettamente con i pm dell' inchiesta che lo vede indagato per concorso esterno in associazione per delinquere di stampo camorristico. "C' è un attacco preventivo, ad orologeria, contro il cambiamento.”

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pdl lancia la campagna elettorale partendo dalla sanità

NapoliToday è in caricamento