rotate-mobile
Elezioni regionali 2010

Nucleare, Caldoro: “Atto dovuto impugnare la legge regionale”

Anche Stefano Caldoro interviene nel dibattito sul nucleare dopo che il consiglio dei ministri ha impugnato la legge della regione Campania che lo vieta: "La scelta del Consiglio dei Ministri di impugnare la legge regionale della Campania è atto dovuto"

Dopo la dichiarazione rilasciata ieri da Antonio Bassolino in merito alla questione del nucleare, anche Stefano Caldoro dice la sua: "La scelta del Consiglio dei Ministri di impugnare la legge regionale della Campania è semplicemente un atto dovuto. La Regione è intervenuta in una materia che è sottratta alla competenza legislativa regionale, la scelta del nucleare è una decisione strategica del Governo nazionale".

Caldoro quindi sostiene la linea del governo anche se aggiunge che: "In questa delicata materia è necessario evitare le posizioni strumentali ed ideologiche. L'Italia ha un problema con l'approvvigionamento e il costo dell'energia ed è opportuno intervenire in questa direzione per colmare un gap che penalizza le imprese e le famiglie. Il Governo, d'intesa con le istituzioni locali, sceglierà i siti più idonei per le centrali nucleari. Le scelte verranno fatte garantendo la sicurezza e la salute dei cittadini: sarà questa la priorità da seguire".


Conclude Caldoro: "C'é la partita strategica del nucleare è c'è quella, da non sottovalutare, delle energie rinnovabili. La Regione Campania ha le risorse per puntare in maniera concreta nei settori innovativi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nucleare, Caldoro: “Atto dovuto impugnare la legge regionale”

NapoliToday è in caricamento