rotate-mobile
Paese, città e coscienza

Paese, città e coscienza

A cura di architetto Mariano Lebro

Libera analisi di un Paese in “caduta libera” .

Paese, città e coscienza

I caldi giorni del “Sol Leone”

Venerdì 21 luglio e sabato 22 luglio, presso l’hotel Royal Continental, ha avuto luogo l’incontro programmatico del distretto Lions 108 Ya. A condurre i lavori il neo eletto Governatore Pasquale Bruscino. Con il suo insediamento  i Lions non solo cambiano “pelle” ma cambiano il loro modo di interpretare il volontariato. Questa la sfida percepita e ben sottolineata da un evergreen di grande spessore: il Past Presidente Internazionale Ermanno Bocchini. Molte le autorità presenti di persona o che hanno inviato video messaggi. Alcuni della galassia Lions come quello del Presidente del Consiglio dei Governatori del MD 108 Ya Claudio Sabattini ed altri del mondo della cultura e della politica come quello dello scrittore Maurizio De Giovanni e quello del Ministro alla cultura Gennaro Sangiuliano che ha espresso la dichiarata volontà di intraprendere un percorso istituzionale condiviso. Un primo successo dell”appena insediato Governatore. Ma chi è Pasquale Bruscino? È un uomo eclettico, noto imprenditore, fondatore della Ambiente S.p.A., da tempo impegnato tra le file dei Lions. Da subito ha dichiarato di voler immettere nuova linfa vitale  con il preciso intento di dare impulso concreto alle enormi potenzialità dei Lions  in termini associativi e di volontariato nelle regioni Campania, Basilicata e Calabria. La più grande associazione umanitaria del mondo è oggi ad un punto di svolta. Lo ha ben sottolineato Sandro Castellana, Consigliere Fiduciario della LCIF mettendo in evidenza la creazione, presentata a Boston (luglio 2023),del nuovo brand “Lions International” che conterrà i distinti rami “Lions Club Inernational” e “Lions Clubs International Foundation”. Castellana ha anche messo in rilievo quanto la presidente internazionale Patty Hill ha posto all’attenzione dell’associazione a livello mondiale (ribadito poi dalla stessa in un video-messaggio): la necessità di una visione globale  e di un cambiamento che inizi da ciascuno di noi e che poi si espanda esponenzialmente è assolutamente necessaria poiché le sfide si vincono solo se giocate contemporaneamente nei piccoli territori e sul palcoscenico globale. La sua è una visione utopica (ma non impossibile) che mira al cambiamento del mondo secondo valori universalmente condivisi.

Il Past Presidente Consiglio dei Governatori Alberto Soci ha illustrato la necessità di una nuova riformulazione del concetto dì leadership mentre, il Past Direttore Internazionale e candidato alla carica di terzo vice Presidente Internazionale, Domenico Messina ha mostrato una spiccata sensibilità alla “cura” personale della vera essenza lionistica che è poi la stessa identità di ogni Lions.
La questione identitaria è stata posta al centro di questo incontro dallo stesso Governatore Pasquale Bruscino che l’ha declinata in tutti i suoi aspetti. Difatti questo appuntamento ha giocato molto sull’orgoglio di appartenenza all’associazione ma ha saputo anche far leva sull’amore verso i propri territori. Il Distretto 108 Ya comprende, come precedentemente scritto, Campania, Calabria Basilicata, ossia un bel pezzo del sud Italia. Questo aspetto non è stato solo sapientemente posto in rilievo, ma sottolineato con l’espressa volontà di contribuire al miglioramento dell’immagine della  città partenopea. Con le tante novità crescono le aspettative dei soci. Si profila un anno ricco di eventi dove le iniziative dovrebbero risultare sempre più incisive  ed utili alla nostra società. Siamo forse dinanzi alla trasformazione dei protagonisti del terzo settore e alla nascita di soggetti sociali capaci di interpretare il vuoto lasciato dai partiti e dalla politica nel rispondere alle esigenze dei cittadini? È la concretizzazione dei concetti espressi dalla Legge regionale sulla “cittadinanza attiva” di cui il padre è proprio il prima menzionato Ermanno Bocchini? Ci troveremmo in questo caso dinanzi a qualcosa che questa società attende da lungo tempo. Pasquale Bruscino è dunque alla guida di una “macchina”, resa grande dal lavoro di tanti soci e dei precedenti governatori. Alcuni di questi ultimi erano presenti, tra cui: Francesco Scarpino, Liliana Caruso, Emilio Cirillo, Francesco Accarino, Nicola Clausi, Renato Rivieccio, Luigi Buffardi, Ciro Burattino, Vittorio Del Vecchio, Gianfranco Sava, Francesco Capobianco, Paolo Gattola, Antonio Marte. Un appuntamento così completo, teso alle novità ed al futuro, non poteva prescindere dal contributo del primo e del secondo dei Governatori eletti. Tommaso Di Napoli sarà alla guida del 108 Ya nell’anno sociale 2024/2025. Il suo intervento è stato in sintesi una promessa di continuità programmatica infarcita da quelle che ha ritenuto essere le ultime esigenze della società. Mi piace sottolineare, per personali convinzioni, come T. Di Napoli abbia percepito la necessità di porre la dovuta attenzione al tema della Pace. Una visione interessante. Per Pino Naim, che sarà chiamato a guidare l’associazione nel 2025/2026, il focus va posto su problematiche interne e sui valori del rispetto, della lealtà e della correttezza. Come non essere d’accordo: temi per cui vale la pena di lottare se si vuole dare impulso ad una società moralmente ed eticamente sana. È quello che molti desiderano e faranno? Argomenti presenti anche nelle linee programmatiche di Pasquale Bruscino e che avrà maggiori possibilità di successo proprio se raggiunte con una leadership diffusa: un progetto auspicabile e credo da sostenere energicamente. Vediamo cosa prevede dunque il “primo cittadino Lions” in tema di politica associativa: riformare dall’interno verso l’esterno l’associazione aprendola maggiormente agli spunti provenienti dall’intera società. La presenza, seppure a distanza, del ministro Gennaro San Giuliano , di grandi personaggi del mondo lionistico internazionale e nazionale sembra deporre a favore. Non resta che augurare a Pasquale Bruscino, come espresso da Liliana Caruso, in qualità di Past Presidente dei Governatori del Multidistretto Italy, di portare a termine la sua progettualità. Un’occasione per i Lions di celebrare una proficua intesa con l’odierna società che i futuri Governatori potranno interpretare e mettere in atto nella programmazione futura delle proprie attività. L’incontro 
 ha goduto anche di momenti artistici significativi. Difatti Pasquale Bruscino ha voluto omaggiare tutti gli intervenuti con momenti musicali e teatrali condotti con bravura e professionalità dal maestro Luciano Capurro (celebre pronipote di Giovanni Capurro, autore con Eduardo Di Capua e Alfredo Mazzocchi del “ ‘O sole mio”). Uno spettacolo artisticamente poliedrico, in linea con il programma di amplificazione delle risorse culturali del mezzogiorno proposto dal Governatore, ha visto in un primo momento artistico impegnato il maestro Giovanni Leonetti (chitarra e mandolino)  nella riproposizione della classica posteggia napoletana. Di seguito ha avuto luogo nel cortile di Castel Nuovo  “Ricomincio a vivere”: spettacolo di alto profilo artistico tratto da “Una Notte a Napoli”. Lo spettacolo ha visto impegnati il “Corpo di ballo Napolincanto”  (in costumi d’epoca del ‘900 napoletano) e altri bravissimi artisti. Tra questi il poliedrico e noto Lucio Bastolla e la showgirl Elena Vittoria: Capurro non si smentisce mai… 
Con un inizio dell’anno sociale così curato e interessante, il vulcanico Pasquale Bruscino si pr

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I caldi giorni del “Sol Leone”

NapoliToday è in caricamento