Ristrutturare

Come imbiancare le pareti di casa senza combinare disastri

I consigli

Foto Pixabay

L'autunno può essere il momento ideale per svecchiare uno o più ambienti della casa tinteggiando le pareti: il clima non è ancora eccessivamente umido da rallentare l'asciugatura e, contemporaneamente, non si dovrà lavorare con temperature infernali. 

I maestri imbianchini insegnano però che, prima di prendere in mano pennelli e colori, è indispensabile "preparare" la stanza sia per non rischiare di rovinare pavimenti, mobili e infissi sia, soprattutto, per non combinare pasticci.

L'organizzazione è tutto 

In base alle necessità e ai tempi, si può decidere di organizzare la camera da ridipingere in due modi:

  • Copertura parziale: si spostano i mobili al centro della stanza per poi coprirli con teli impermeabili. E' una strategia da valutare con attenzione, sia per l'ingombro inevitabilmente creato dai mobili sia perché è più complicato proteggere bene i pavimenti;
  • Copertura totale: il questo caso si sceglie di coprire non solo i mobili che non possono essere spostati altrove, ma anche pavimento e  battiscopa.

Come procedere

Sia che si scelga la copertura totale che quella parziale, è necessario:

  • Rimuovere oggetti e soprammobili: per evitare di rompere qualcosa, meglio conservarli all’interno di scatoloni da sistemare in altre stanze
  • Spostare mobili di piccole dimensioni: aiuterà a muoversi più agevolmente nella camera
  • Accatastare i mobili grandi e coprirli: gli arredi che non possono essere spostati in altre camere vanno collocati al centro della stanza o comunque sistemati lontano dalle pareti da ridipingere. Per proteggerli da schizzi di vernice, acqua e urti accidentali vanno coperti prima con cartone pesante o fogli pluriball e quindi con un telo impermeabile ben fermato con il nastro di carta
  • Liberare i muri da quadri e oggetti: per tinteggiare senza ingombri, dobbiamo rimuovere dalle pareti quadri, mensole o tende
  • Proteggere gli interruttori: ideale il nastro carta 
  • Coprire stipiti e battiscopa: si macchiano facilmente mentre risulta quasi impossibile pulirli. Meglio quindi rivestirli con cartone e nastro carta
  • Scollegare le lampade a parete: in generale la parte esterna delle applique può essere smontata facilmente, mentre la parte elettrica andrà coperta con il nastro carta. I lampadari andranno rimossi o, in alternativa, ben coperti con un telo impermeabile
  • Stuccare i buchi: si tratta di un'operazione fondamentale per un buon lavoro finale, soprattutto se poi si decide di cambiare disposizione di quadri o mensole. Attenzione: lo stucco dovrà ben asciugarsi e quindi dovrà essere cartavetrato per rendere la parete liscia

Occhio ai pavimenti

Coprire il pavimento è un lavoro lungo e noioso, ma risparmierà la fatica sicuramente peggiore di rimuovere le macchie. Per coprire la superficie si può utilizzare:

  • Pezzame riciclato: perfetto per assorbire le macchie di tempera, ha un costo ridotto ed è facile da reperire
  • Cartone sottile: il costo è molto basso e va bene su pavimenti di mattonelle
  • Cartone ondulato: più spesso e resistente rispetto al precedente, è indicato per il parquet o il marmo perché è anche traspirante e assorbe meglio gli urti
  • Teli plastica sottile: sono la soluzione più economica, ma sono poco resistenti perché si strappano facilmente
  • Teli plastica rigida: più costosa rispetto al cartone  è più pratica da utilizzare e può essere lavata se necessario

Prodotti online

Cartone ondulato

Nastro carta

Telo copritutto plastica

Fogli antipolvere

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come imbiancare le pareti di casa senza combinare disastri

NapoliToday è in caricamento