rotate-mobile
Cura della persona

Effetto Instagram e trattamenti estetici: l'allarme dei dermatologi

Quasi 8 adolescenti su 10 hanno fatto ricorso ad almeno un trattamento estetico. Spesso con grandi rischi e conseguenze a lungo termine

I dati indicano che quali l'80 per cento degli adolescenti italiani si è sottoposto a qualche tipo di intervento estetico: rimozione dei peli superflui o delle smagliature, trattamenti anti-cellulite, anti-acne o per rimpolpare labbra, rinoplastica, correzione estetica delle orecchie e mastoplastica gli interventi più richiesti. “I trattamenti estetici non sono certamente una novità – dice la Prof. Gabriella Fabbrocini direttore dell’Unità operativa clinica oltre che della Scuola di specializzazione in Dermatologia dell’Università Federico II di Napoli – se prima però rappresentavano una risorsa per la popolazione più adulta che voleva apparire più giovane e per coloro che volevano correggere i propri difetti fisici, a volte condizionanti, oggi sempre più giovani e soprattutto teenager vogliono sentirsi al passo con il “look Instagram”, omologandosi ai propri coetanei ed un ideale estetico standardizzato dai social media”. L'argomento è stato al centro del meeting internazionale Hair&Nail and Anti-Aging, organizzato dalla Prof. Fabbrocini con la Prof.ssa Antonella Tosti ordinario presso il Dipartimento di dermatologia Leonard Miller School of Medicine University di Miami. Secondo gli esperti, il miglioramento complessivo delle condizioni economiche, sociali e culturali, unitamente alla semplificazione e alla maggiore accessibilità, contribuiscono a rendere più diffusa anche tra i giovanissimi la possibilità di un trattamento estetico. A questo si unisce, in particolare per i più giovani, l'idealizzazione della bellezza e la convinzione diffusa che il successo nella vita sia in qualche modo intrecciato con gli attributi fisici.

Nell'era di Instagram – spiega ancora la Prof.ssa Fabbrocini - l’immagine è tutto per molti giovani. Gli adolescenti condividono le loro vite online, consciamente o inconsciamente cercando conferme nei “Like”. Una delle motivazioni primarie per i pazienti che cercano un intervento di chirurgia estetica è il desiderio di apparire meglio nelle fotografie. Sempre più adolescenti desiderano labbra carnose e zigomi più nitidi, spesso per creare il selfie perfetto. I rischi sono molti – conclude la prof.ssa Fabbrocini – tra tutti l’accessibilità a trattamenti non professionali che si possono anche vincere in quasi tutti i saloni di bellezza, dal parrucchiere e dal dentista. La reperibilità sul mercato online di prodotti riempitivi economici e che possono contenere sostanze non sterili, l’aumento di reazioni allergiche e infezioni. Tuttavia, i filler negli adolescenti possono essere utilizzati per correggere un evidente difetto fisico che crea disagio nei rapporti con gli altri e riduce la qualità della vita. È necessaria una valutazione completa delle caratteristiche fisiche e psicologiche dell'adolescente e delle ragioni che lo spingono a sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica. La scelta finale deve essere una decisione condivisa dall'adolescente, dai genitori e dal medico. Infine – conclude - i filler dermici devono essere eseguiti da professionisti esperti e qualificati”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Effetto Instagram e trattamenti estetici: l'allarme dei dermatologi

NapoliToday è in caricamento