Cura della persona

Cambio di stagione: ecco perché fa bene alla salute

Quando cambia la stagione, selezionare e riordinare vestiti e accessori oltre che necessario fa bene.

Anche nella nostra città l'autunno è ormai arrivato: è il momento di mettere via costumi e vestiti leggeri e tirare fuori impermeabili, maglioni, cappotti e accessori invernali.

Fare il cambio di stagione non è però solo una necessità legata alle condizioni climatiche. Gli psicologi insegnano che, affrontato nella giusta maniera, può diventare il momento ideale per fare il punto della nostra vita, mettere ordine e liberarci di quello che non serve più facendoci sentire più liberi e meno stressati. Questo significa che riordinare cassetti ed armadi può incidere positivamente sul nostro umore e dare benessere.

Come fare il cambio di stagione e guadagnarne in salute

Per un cambio di stagione semplice e veloce la parola d’ordine è organizzazione. I passi fondamentali da seguire per il cambio di stagione sono:

  • svuotare l’armadio;
  • selezionare e mettere da parte gli abiti e gli accessori da donare o smaltire;
  • sistemare capi e accessori nell'armadio in base alla stagionalità ;
  • riporre i capi da conservare per il prossio anno in appositi contenitori e custodie.

Liberarsi di vecchi vestiti e accessori 

Il de-cluttering è un'operazione indispensabile: abiti e accessori che non indossiamo più perché troppo stretti o troppo larghi, troppo datati o usurati, consentirà di risparmiare tempo al prossimo cambio di stagione, di fare posto nell'armadio rendendolo più ordinato e organizzato e ci farà sentire più liberi e mentalmente più leggeri.

Pulire l'armadio

L'armadio durante l’anno può accumulare polvere e diventare il rifugio di acari e tarme. Detersivi chimici o rimedi naturali, come limone e bicarbonato, e qualche goccia di olio essenziale renderanno il nostro guardaroba un posto migliore.

Contro le tarme e per dare un buon odore, dopo una bella spolverata e un'accurata pulizia, potrà essere sistemata una ciotolina con dentro cannella, chiodi di garofano, patchouli, cedro e olio essenziale di lavanda.

Ricordate inoltre che i capi vanno conservati puliti, sia per evitare la formazione di macchie poi difficilmente eliminabili, sia per evitare la concentrazione di pessimi odori.  

Organizzare l'armadio

Per organizzare gli spazi a disposizione sono utilissimi contenitori e custodie: scatole, buste, sacchetti (anche sottovuoto), che aiutano a ridurre lo spazio occupato e a sfruttare al meglio ogni angolo dell'armadio. 
Riponiamo quindi vestiti e accessori estivi dividendoli per colore o occasione d’uso o tipologia. Un’etichetta su ogni scatola sarà di grande aiuto per rendere il contenuto immediatamente riconoscibile. Ottimi per guadagnare spazio i contenitori impilabili, meglio se in plastica, per sostenere il peso, e dotati di un buon coperchio. Occhio all'umidità se conserviamo le cose in cantina o in luoghi umidi.

Ripiegare i vestiti in modo corretto, prima di conservarli nelle scatole o di riporli nell’armadio, è importante non solo per evitare che si spiegazzino ma anche per non sprecare spazio.

Per gli accessori come cinture, borse e scarpe, se possibile, creiamo uno spazio dedicato, così da non rischiare che si rovinino o perdano la forma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio di stagione: ecco perché fa bene alla salute

NapoliToday è in caricamento