Sabato, 13 Luglio 2024

Imu e Tari, arrivano 200mila cartelle esattoriali

Il sindaco Manfredi: "E' giusto che tutti paghino le tasse per abbassare le tariffe e migliorare i servizi"

Sarebbero circa 200mila le cartelle esattoriali che il Comune di Napoli è pronto a inviare a chi non ha pagato Imu e Tari. E' il risultato dei primi sei mesi di Obiettivo Valore, la società che da aprile 2023 si occupa della riscossione delle tasse per conto del Comune. "Saranno rivolte a chi non ha pagato Imu e Tari o a chi non è proprio dichiarato - spiega il sindaco Gaetano Manfredi - Tutti devono pagare le tasse, così da ridurre le tariffe e migliorare i servizi". In base agli accordi, al Comune andrà una percentuale su ogni tassa riscossa. Fino al 2022, l'evasione dei balzelli comunali aveva raggiunto il 60 per cento e il programma di riscossione prevedeva un aumento di 70 milioni ogni anno. 

Nel momento della presentazione di Obiettivo Valore fu detto che si puntava a raccogliere un miliardo di euro in dieci anni. Ad aprile, però, non fu detto nulla in merito al sistema di riscossione. Sembra, quindi, che sia stata scelta la stessa strada di Equitalia, quelle di cartelle esattoriali. Adesso bisogna comprendere quale sarà il metodo. All'epoca, l'assessore al Bilancio Pierpaolo Baretta dichiarò che non ci sarebbe stato alcun comportamento vessatorio e che il Comune avrebbe pianificato i pagamenti insieme ai cittadini. Per confermarlo bisognerà attendere le prossime settimane. 

Video popolari

NapoliToday è in caricamento