Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Premiata la donna che difese un pakistano in Circumvesuviana

 

Il video che la ritrae difendere un cittadino pakistano da un'aggressione verbale di un giovane napoletano ha fatto il giro d'Italia. Oggi, Maria Rosaria Coppola è stata premiata dall'Eav in qualità di 'cittadina coraggiosa'. La settimana scorsa, a bordo di un vagone della Circumvesuviana, la donna ha assistito al litigio tra un ragazzo napoletano e un extracomunitario. Maria Rosaria si è lanciata nella difesa delll'immigrato, subendo a sua volta l'aggressione del giovane partenopeo. "Tu non sei razzista...sei str..." la frase con cui la signora ha chiuso l'alterco. 

L'Eav non si è limitata a premiarla. Partendo dalla frase ormai nota è stata lanciata una campagna di sensibilizzazione, con tanto di magliette, berretti e tagliandini. "Sarei pronta a rifarlo - ha spiegato la Coppola - ma non mi sento un'eroina. Intervengo sempre quando vedo che c'è un sopruso. Non giudico il ragazzo napoletano, perchè non lo conosco e non so che cosa lo ha spinto a quel comportamento. Politica? Non sono minimamente interessata". 

Si riapre il dibattito sulla sicurezza per lavoratori e utenti in Circumvesuviana. Molte stazioni restano non presidiate e l'azienda non ha i soldi per assumere controllori sui treni. La soluzione prova a tracciarla l'amministratore Umberto De Gregorio: "Maria Rosaria non ha atteso il controllore, è intervenuta e basta. I cittadini hanno a disposizione un'app, Sam, per segnalare aggressioni, soprusi e altri episodi. Segnalato il probema, interverrà il capostazione quanto prima".   

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento