Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lavori 'fantasma' al corso Vittorio Emanuele: "Presi in giro dal Comune"

Il cantiere fu annunciato a luglio 2018. Dopo un anno e mezzo nulla è stato fatto. Il presidente della II Municipalità Chirico: "Ancora non ci sono i soldi. L'amministrazione centrale ha grosse responsabilità"

 

"Ci sentiamo presi in giro dal Comune di Napoli e come noi tutti i cittadini di corso Vittorio Emanuele". Non ci gira intorno Francesco Chirico, presidente della II Muncipalità, che punta il dito contro Palazzo San Giacomo per i ritardi nei lavori di corso Vittorio Emauele, uno degli interventi di riqualificazione stradale e urbana più imponenti della città: "Per mesi, ci è stato detto che i lavori non partivano per questo o quel motivo, ma la verità è che non c'erano i soldi". 

L'intervento su una delle strade principali della città fu annunciato dall'assessore alla Viabilità Mario Calabrese nel luglio del 2018. Ospite nella redazione di Napolitoday, il 28 luglio dichiarò che il cantiere sarebbe stato aperto dopo pochi giorni. La verità, purtroppo, è stata ben diversa e le operazioni non sono mai cominciate. "Si tratta di un intervento fondamentale - prosegue Chirico - per una strada diventata pericolosa sia per i pedoni che per automobilisti e motociclisti. Adesso, i soldi necessari, circa 2,5 milioni di euro, sono nelle casse della Città Metropolitana. Fino a quando non saranno trasferiti al Comune non avremo mai una data di inizio". 

I lavori sul corso dovrebbero riguardare manto stradale, marciapiedi e verde pubblico. Da un'analisi della Sovrintendenza è emerso che i sampietrini che compongono la strada oggi non sono di matrice vesuviana, per cui si procederà alla loro rimozione e ad asfaltare la strada. "Insieme alla cittadinanza e agli uffici tecnici - spiega Marcello Cadavero, assessore ai Lavori pubblici della II Municipalità - abbiamo studiano anche un piano per piantare alberi lungo i tratti di corso Vittorio Emanuele che lo consentono, così da garantire zone d'ombre e tornare al suo aspetto antico". 

La tensione tra la Municipalità e il Comune è palpabile: "Ci siamo spesi in prima persona per questi lavori - conclude il presidente Chirico - abbiamo parlato per mesi con la popolazione e per colpe non nostre abbiamo fatto una brutta figura. Ma soprattutto, stiamo creando disagi a cittadini che hanno atteso questi lavori per decenni". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento