Sicurezza

Insetti di primavera: tutto quello che non sai

Come tenere lontane da casa formiche, vespe e zanzare

Con i primi tepori ecco arrivare, inesorabili,formiche, zanzare, vespe. Tenere lontani questi insetti non è impossibile. Bastano alcuni semplici accorgimenti, anche senza ricorrere a repellenti chimici. Bisogna però fare attenzione ai tanti falsi miti, come spiega Rentokil, leader mondiale in servizi di disinfestazione, che ogni anno diffonde un'apposita guida per proteggere le nostre abitazioni.

Zanzare

Fastidiosissime con il loro ronzio e, soprattutto, a causa delle punture spesso dolorose, possono essere vettori di malattie e infezioni.Contrariamente a quel che si crede, non sono attratte dalla luce ma dal calore del nostro corpo e in modo particolare dalla quantità di Co2 che emette. Non prediligono il sangue dolce ma sono attirate da quello con alti tassi di colesterolo e, di base, preferiscono il gruppo 0 a quelli A o B.

Nessuno degli studi condotti ha evidenziato una capacità protettiva per gli antizanzare ad ultrasuoni.

Per evitare ronzii e punture, il rimedio migliore è quello di pulire regolarmente balconi e giardini: l’erba molto alta mantiene umidità e offre l’habitat perfetto per la riproduzione, come tutti i residui di acqua stagnante.

Piante come calendula, lavanda e citronella fungono da repellenti naturali come basilico, erba gatta e menta che allontanano anche altri insetti. Le zanzariere restano comunque il rimedio più efficace per notti a prova di punture.

Vespe

Piante di citronella, alloro, basilico e geranio emanano odori particolarmente sgraditi a questi insetti mentre i colori vivaci, in particolare il giallo, e il profumo dei fiori li attirano.

La combustione di polvere di caffè allontana temporaneamente le vespe ma se nei dintorni c'è un nido, il problema resta.

Come per le zanzare, vale il consiglio di non lasciare mai depositi di acqua stagnante: le vespe sono continuamente alla ricerca di acqua che portano al loro nido per mantenerlo alla giusta temperatura

Formiche

Decisamente sgradevoli, possono essere allontanate con polvere di caffè o sale in prossimità delle uscite della tana, ma si tratta di rimedi dalla durata limitata. Per contenere l'infestazione, è importante innanzitutto mantenere l'ambiente quanto più pulito possibile e non lasciare depositi di acqua, soprattutto quando fa molto caldo, né frutta o residui di cibo che andrebbero sempre conservati in contenitori o sacchetti ermetici, in credenza o frigorifero.

Meglio poi sigillare i punti di uscita delle formiche (crepe, fessure, etc.) con qualche goccia di silicone o acrilico

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insetti di primavera: tutto quello che non sai

NapoliToday è in caricamento