Come realizzare un meraviglioso prato con il fai-da-te

Pochi e semplici gli step per avere un prato verde e rigoglioso

Se la tua casa ha un giardino è questo il momento di procedere alla semina del prato che, per quanto richieda manutenzione, tra tosaerba  e innaffiatoi, è capace di regalare un aspetto meraviglioso alla casa. Anche se non sei un giardinieri esperto, per ottenere uno splendido manto verde è sufficiente seguire pochi, semplici step.

Come e quando seminare il prato

La prima cosa da sapere per realizzare un bel prato fai da te, è l’importanza della stagionalità: i periodi migliori per la semina sono l’autunno e la primavera, quando il clima inizia ad essere non troppo rigido ma neanche eccessivamente caldo. La temperatura ideale per la crescita dei semi, infatti, è sopra i 10° C.

Bisogna quindi preparare il terreno. Ovviamente quello perfetto è regolare e piano. Se non è il vostro caso, però, niente paura: basteranno olio di gomito e pazienza. Innanzitutto è necessario rimuovere eventuali pietre ed eliminare erbacce come la gramigna, che renderebbe vana la semina. Bisogna quindi procedere a spianare la superficie, con zappa e rastrello, aggiungendo o togliendo accumuli di terreno dove necessario. Per avere la giusta preparazione, girate le zolle con il rastrello, in modo da avere una superficie ricca di potassio e fosforo che renderanno il prato più bello e brillante.

Per consentire ai semi di attecchire, drenate il terreno e, se vi sembra troppo arido, aggiungete mescolando terriccio e torba. Non dimenticate inoltre il concime, da scegliere sempre in base alle caratteristiche del terreno.

Tipologie di semi

I semi non sono tutti uguali: vanno scelti in base al terreno e al clima. Napoli fortunartamente non è soggetta a consistenti sbalzi termici, ma in ogni caso è meglio scegliere un mix di semi, che consentirà di avere un prato più resistente.

Come seminare 

Normalmente i giardini di pertinenza delle abitazioni non  hanno superfici molto estese: la semina, dunque, potrà essere manuale, da fare camminando sul terreno e spargendo i semi in modo da coprire tutta la superficie. Per poi farli penetrare nel terreno, potrete aiutarvi con un rullo, che servirà anche per compattare la superficie, senza premere eccessivamente.

Dopo che i semi saranno stati spinti nel terreno, bisognerà irrigare, per dare la giusta umidità, e mantenerla con irrigazioni sistematiche, fino a quando l’erba non arriva a circa 10 cm d’altezza.  

Prodotti online per la semina del prato

Semi per zone aride

Semi prato rustico e decorativo

Semi di erba da giardino

Rastrello

Irrigatore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cabina armadio: tutti gli errori da non commettere

  • Aprono a Napoli i kipoint di Poste Italiane. A cosa servono e dove trovarli

  • Cucina ad isola: pro e contro

  • Casa: come reagisce al lockdown d'autunno il mercato napoletano

  • Inquinamento domestico: a cosa prestare attenzione in casa

  • Inverno alle porte: come organizzare la casa per i nostri amici animali e a cosa fare attenzione

Torna su
NapoliToday è in caricamento