Mercoledì, 17 Luglio 2024

A piedi a Pompei: la partenza dei pellegrini da piazza Mercato

Il pellegrinaggio è un atto storico di devozione che si ripete ogni anno l'ultimo sabato del mese di maggio

Andare a piedi a Pompei per i napoletani è da sempre l'atto di devozione per antonomasia, per grazia ricevuta o per penitenza. Il pellegrinaggio si ripete ogni anno l'ultimo sabato di maggio, che è il mese dedicato alla Madonna. La partenza è da Piazza Mercato, dopo la benedizione dei fedeli nella chiesa del Carmine. E Pompei è la città della Vergine del Rosario. Il Santuario fondato da Bartolo Longo è infatti uno dei principali centri di devozione mariana d’Italia. È qui che si trova il quadro della Madonna del Rosario, collocato tra marmi policromi, lastre di onice, lapislazzuli e quindici medaglioni in rame sui quali sono dipinti i “misteri” del Rosario.

Trasportato da un furgone blindato, apre e guida la processione che parte da piazza Mercato.

A piedi a Pompei, la partenza (Foto A. De Cristofaro - NT)

Rigoroso l'ordine dei fedeli dietro l' "autocappella": Primo Gruppo Volontari; Pellegrini; Secondo Gruppo volontari; Ambulanza che chiude il corteo. Lungo il percorso, le diverse tratte del pellegrinaggio sono coordinate e animate da un referente diocesano. La tabella di marcia prevede tappe alla Basilica di San Giovanni Battista in San Giovanni a Teduccio; S. Ciro a Portici; S. Caterina in Ercolano; Basilica di S. Croce in Torre del Greco, con sosta; Santuario di Maria SS. del Buon Consiglio in Leopardi; Spirito Santo in Torre Annunziata e quindi l'arrivo al Santuario di Pompei. Le parrocchie site lungo la strada percorsa dai pellegrini possono offrire omaggi all’immagine della Madonna del Rosario, che si ferma per massimo 5 minuti dinanzi la comunità, che è invitata a suonare le campane all’arrivo del quadro, e ad accogliere i pellegrini con una semplice preghiera, offrendo con la possibilità di confessarsi a chi lo richieda, acqua e bagni.

Video popolari

NapoliToday è in caricamento