Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le domeniche nel pallone dei giovani senegalesi sotto l 'ex Pretura di Napoli | VIDEO

Giocano per passione, quando hanno un paio di ore libere dal lavoro

 

Non saranno bravissimi come i campioni della serie A, ma almeno i giovani senegalesi che trascorrono la domenica giocando a pallone nei pressi dell’ex Pretura di Napoli, a Porta Capuana, ce la mettono tutta per emularli. Sei contro sei, i sanpietrini come terreno di gioco, due porte piccine piccine fermate da grosse pietre, e pure il pubblico a fare il tifo per loro. Giocano per passione, quando hanno un paio d’ore libere dal lavoro che, bene o male, quasi tutti hanno trovato qui a Napoli.

Le divise da gioco sono quello che sono, e cioè delle semplici pettorine, i pantaloncini e i calzettoni non sono dello stesso colore, ma non importa. Quel che conta è divertirsi, e i giovani africani ci riescono benissimo, suscitando la curiosità dei passanti, che si fermano a guardare e si appassionano, richiamati pure dal passaparola. Nessun problema di integrazione con la gente del posto, nessun coro razzista come nei grossi stadi, nessun “buuu” di scherno come quelli ai quali neppure i grossi campioni sono ancora abituati. I giovani africani che giocano a pallone sotto Porta Capuana hanno catturato la simpatia anche dei napoletani, che guardano da lontano e apprezzano i tiri micidiali che, quando vanno in porta, la fanno volare via, tanto che è piccola. “Le usiamo così piccole perché così è più difficile segnare – spiega in un perfetto italiano uno dei ragazzi di colore - ma per noi quel che conta è solo divertirci”. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento