Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rischio default, la Cisl: "Napoli sull'orlo del baratro. Pagheranno i cittadini"

 

Rischio dissesto per il Comune di Napoli, Sanità campana allo sbando e accordo sulle pensioni. Questi i temi dell'assemblea che la Cisl Funzione pubblica ha organizzato al Centro direzionale. Presenti dirigenti regionali e nazionali del sindacato. "Senza una legge salva-Comuni, il Comune di Napoli fallirà e a pagare saranno i cittadini napoletani per i quali la vita diventerà molto più cara" afferma il coordinatore cittadino e campano, Lorenzo Medici.

Non naviga in acque migliori la Sanità: "E' un momento di caos e guai giudiziari - prosegue Medici - in Campania abbiamo il maggior tasso di mortalità, il più basso livello di livelli esenziali di assistenza e una precarietà diffusa del personale". 

Presente anche il segretario nazionale Cisl Fp, Maurizio Petriccioli, reduce dal tavolo di trattativa con il Governo per la riforma sulle pensioni: "Bisogna trovare un paracadute per i giovani assunti dopo il 1996 e che hanno un decennio di precariato con pochi contributi. Questo paracadute pensionistico deve arrivare dalla fiscalità generale. Abbiamo ottenuto che i requisiti pensionistici non slittino sempre in avanti, come accaduto negli ultimi tempi". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento