Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il questore di Napoli: "I commercianti devono denunciare le estorsioni"

 

"Gli episodi che hanno coinvolto le pizzerie Sorbillo e Di Matteo sono molto gravi. Dimostrano che nel centro di Napoli esiste una strutturata rete estorsiva. I commercianti devono affidarsi a noi, denunciare le estorsioni, altrimenti non potremo fare molto". Il questore di Napoli Antonio De Jesu pungola gli esercenti che hanno preso parte, questo pomeriggio, all'incontro a porte chiuse con le forze dell'ordine. 

La riunione si è tenuta nella sede di Confcommercio, in via Medina: "Vogliamo aprire uno sportello per l'ascolto dei commercianti che sono vittime di questi episodi - afferma Giacomo Errico, commissario delle sezione napoletana - Questo incontro è stato organizzato per capire in che modo possiamo aiutare polizia e carabinieri nell'arginare questi fenomeni criminali. Credo sia necessario anche un impiego maggiore di uomini". 

Ma De Jesu sembra di avviso diverso: "E' inutile parlare di più uomini, dobbiamo lavorare con ciò che abbiamo. Dobbiamo creare un rapporto con gli esercenti e convincerli che non sono soli. Possiamo consigliarli e sostenerli. Ci sono leggi statali che prevedono anche indennizzi economici per chi denuncia". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento