rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024

Lanciano sassi in casa di un medico, la denuncia: "Potrebbero uccidere"|VIDEO

Ad Afragola baby gang hanno preso di mira da tempo la residenza di un noto dottore della città con atti vandalici lanci di grossi sassi creando danni all'abitazione. "Non sono sassolini - dichiara la vittima -ma grosse pietre che potrebbero anche uccidere se colpissero uno dei miei familiari. Questa notte uno dei sassi è entrato nel balcone distruggendo un vaso - prosegue - consegnerò le immagini della videosorveglianza alle forze dell'ordine. Sono stanco, i colpevoli devono essere identificati. I miei familiari rischiano la vita", spiega il professionista a NapoliToday.

Nel video si notano due ragazzini che lanciano le pietre dalle telecamere di videosorveglianza dell'appartamento.

Aggiornamenti ore 17.00 

Come annunciato, il medico sporto denuncia ai Carabinieri di Afragola diretti da Raimondo Semprevivo. Intanto, appena saputo dell'accaduto, è immediatamente intervenuto il sindaco di Afragola Antonio Pannone che ha subito telefonato alla vittima oltre ad annunciare azioni concrete. “Esiste una questione minorile alimentata da contesti di diffuso disagio sociale - dichiara Antonio Pannone - la comunità tutta deve poter disporre degli strumenti idonei per farsene carico. Di fronte ad episodi di violenza occorre innanzitutto rispondere con il massimo rigore a tutela dell’incolumità dei cittadini - prosegue il primo cittadino di Afragola - ma di fondamentale rilevanza risulta essere una autentica strategia educativa e di supporto che deve svilupparsi puntando in molti casi anche sul recupero del nucleo familiare di provenienza, spesso - conclude - incapace di contenere il rischio di devianza dei più giovani. Chiederò un nuovo tavolo di coordinamento con le forze dell’ordine che tanto fanno sul territorio pur disponendo di scarse risorse. Siamo in attesa della convocazione da parte del Prefetto del tavolo istituzionale di osservazione che potrebbe concorrere a delineare nuove sinergie finalizzate a dare risposte concrete rispetto alle criticità (a cominciare dalla dispersione scolastica) che si manifestano ad esempio nelle Salicelle. Sono necessarie azioni concrete per risollevare i territori più compromessi sotto l’aspetto culturale e socio-economico. I servizi sociali vanno rafforzati con nuove risorse e nuove competenze che permettano di intervenire con velocità lì dove c’è bisogno. Purtroppo negli ultimi anni gli stessi servizi sociali venivano considerati come un ufficio di collocamento dove sistemare parenti, amici e amanti".

Video popolari

Lanciano sassi in casa di un medico, la denuncia: "Potrebbero uccidere"|VIDEO

NapoliToday è in caricamento