Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La storia di Gabriele, bimbo autistico cui l'Asl non riconosce l'assistenza

 

Gabriele ha 12 anni e a meno di 2 gli è stata diagnosticata una forma grave di autismo. Le cure disposte dall'Asl per quasi 4 anni non hanno dato frutti, finché la madre, Rita, ha deciso di cambiare strada. Dall'età di 5 anni, Gabriele è stato curato con una particolare metodologia, denominata Aba, riconosciuta anche dallo Stato italiano tra le più efficaci. I risultati sono stati immediati ma i costi sono stati tutti a carico della famiglia, perché l'Asl Napoli 2 non la individua tra le terapie sovvenzionate. In cinque anni, i familiari di Gabriele hanno speso 150mila euro. Solo dal 2016, dove anni di battaglie, Rita è riuscita ad avere un'assistenza parziale dell'Asl. L'azienda sanitaria, però, ancora non le riconosce il ricorso al supervisore, uno psicologo comportamentista fondamentale per il metodo Aba. La famiglia di Gabriele è a un bivio: continuare a pagare le cure del figlio o rivolgersi a un avvocato per vedere riconosciuti i propri diritti. (Musica da bensound.com)

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento