Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bilancio Comune di Napoli, de Magistris: "Non abbiamo i numeri, serve aiuto di forze moderate"

Il sindaco attacca: "Ci sono esecutori di De Luca che vogliono far cadere il Consiglio. Senza bilancio città andrà nel caos. Appello ai consiglieri responsabili per condurre insieme questi sei mesi"

 

Ancora una fumata grigia per il Bilancio 2020 del Comune di Napoli. De Magistrs prende atto di non avere più una maggioranza e chiede aiuto alle forze moderate dell'aula per concludere la consiliatura. "Ci sono consiglieri che voglio eseguire il piano di Vincenzo De Luca di far cadere il Consiglio. Significherebbe lasciare la città nel caos, dicendo addio al piano assunzioni e ai servizi che non potrebbero essere garantiti. Per questo motivo, incontrerò gli esponenti delle forze moderate per capire se ci sono le condizioni di proseguire insieme nell'emergenza che stiamo vivendo". 

Quando il sindaco di Napoli parla di esecutoi del mandato di De Luca si riferisce a Italia Viva e a un pezzo del Partito democratico. L'appello all'unità, invece, è trasversale, e coinvolge anche esponenti di Forza Italia: "Non abbiamo una maggioranza numerica - ammette de Magistris - e non è pensabile andare avanti così fino a giugno. Sono fiducioso, so che in Consiglio ci sono molte persone che non vogliono consegnare la città a un commissario". 

Il primo cittadino avrà due settimane di tempo per convincere altre forze ad appoggiarlo. Per farlo, non è escluso che si vada verso un nuovo rimpasto di Giunta. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento