Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Camorra, Sepe: "Napoli affetta da un tumore. Anche la Chiesa ha sbagliato con i giovani"

 

"E' stato un errore credere che il tumore della criminalità organizzata fosse stato estirpato con l'arresto dei capi". Non usa mezze parole il vescovo di Napoli Crescenzio Sepe durante la presentazione dell'Active School Jobs. "S'è creato un vuoto nella società - prosegue il cardinale - in cui sono caduti i giovani dei quartieri a rischio che sono stati risucchiati dalla malavita. Giovani che non sono stati accolti dalla famiglia, dalla scuola e nemmeno dalla Chiesa". 

Ed è proprio per sostenere i giovani del Meridione che nasce il progetto Active School Jobs, presentato questa mattina in Curia. Un'iniziativa voluta dal Movimento cristiano lavoratori di Napoli, in collaborazione con l'Università Federico II e l'Arcidiocesi. Si tratta di tre giorni di incontri e dibattiti, tenuti da docenti dell'Ateneo napoletano e da personalità della società civile per mettere al centro della discussione con gli under 30 i valori sociali che la Chiesa sostiene in questo tempo. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento