rotate-mobile

Una statua gigante al centro di Napoli: è la Venere degli stracci | VIDEO

L'opera di Pistoletto è stata installata in piazza Municipio. Rappresenta il contrasto tra la bellezza e la transitorietà del consumismo

Una Venere gigante che osserva una montagna di abiti usati. E' la Venere degli stracci, una delle opere più rappresentative di Michelangelo Pistoletto, artista 90enne che per l'occasione ne ha realizzato una versione più grande. Il monte di stracci rappresenta tante cose, tra cui il contrasto tra la bellezza e la transitorietà. Ma per l'artista il pensiero corre subito alle pezze che arrivano sulle spiagge del Sud del Mondo a causa del consumismo degli Stati occidentali. 

Pistoletto dà forma a una versione originale, in scala monumentale, della storica Venere degli Stracci progettata ad hoc per Napoli. "Oggi dobbiamo costruire in modo orizzontale e circolare, il che vuol dire guardarsi attorno, voltarsi indietro, vedere in modo globale", sostiene l’artista, impegnato a creare un inquieto dialogo tra passato e presente. Quest’opera rinnova il legame instaurato negli anni da Pistoletto con Napoli, riattivando la riflessione sui materiali e sui consumi, grazie al dialogo tra gli stracci e la statuaria classica. Il movimento di vestizione e svestizione viene qui posto davanti a un dilemma globale: l’accumulo dei rifiuti, il continuo passare delle cose, la bellezza che si confronta con l’inquinamento.

Collocare la Venere degli Stracci a Piazza Municipio è un gesto dal grande significato culturale e sociale, un invito aperto a cittadini e visitatori a vivere la piazza come un luogo di relazione e di dialogo quotidiano ed uno stimolo alla riflessione e alla partecipazione, consentendo a tutti di riscoprire e di riappropriarsi della città.

Video popolari

NapoliToday è in caricamento