La tragedia greca incontra l’Africa con "Titanogonia per Prometheo"

Sabato 29 luglio alle ore 20 all’agorà del Centro L’Oasi di Figli in Famiglia onlus in via Ferrante Imparato 111 (zona San Giovanni a Teduccio, Napoli) è in programma Titanogonia per Prometheo, ovvero il titano che mi vendette il suo destino, testo, musiche e regia di Mariano Bauduin, progetto vincitore del bando “Migrarti 2017” della Direzione generale dello spettacolo dal vivo - Ministero dei Beni, delle Attività culturali e del Turismo.

La rappresentazione nasce dai laboratori di recitazione, coreutica e allestimenti, condotti nella fucina del Beggar’s Theatre – Il Teatro dei Mendicanti: un percorso che ha coinvolto immigrati africani, studenti napoletani, la Corale per San Giovanni, Dario Gessati per le scene, Marianna Carbone per i costumi e Guido Levi per le luci, assieme alle attrici Renata Fusco e Antonella Morea a ai musicisti Gianluca Mirra e Giuseppe Di Colandrea degli Alberi di Canto Teatro.

Titanogonia è la prosecuzione del mito di Prometeo, ora incaricato dagli dei di riprendersi il fuoco dall’umanità, rea di non aver con questo raggiunto il progresso. Di fondo, c’è il concetto freudiano per cui “l’uomo deve riappropriarsi di quello che gli è stato donato, per possederlo davvero”.

L’opera ha l’impianto della tragedia greca (prologo, parodo, episodi ed esodo). Non mancano riferimenti alla letteratura africana contemporanea. Il coro è differenziato in umanità della luce e delle tenebre, e negli dei, questi ultimi interpretati da africani a simboleggiare una religiosità arcaica. Ousmane Sanou è un Prometeo nero, con catene ai capelli, che parla attraverso otto dioscuri ragazzini. In scena compaiono Hermes, Oceano e Io (come in Eschilo), e personaggi come il soldato bianco e quello nero, o le due donne africane, testimoni della guerra perenne dell’Africa e del mondo (l’impianto scenico è una grande battaglia).

L’azione è accompagnata da una partitura per voci, due pianoforti, percussioni e fiati, che dal Prometheus di Carl Orff contamina madrigali e canti popolari nostrani e africani.

Titanogonia è dedicato a Leo de Berardinis, “una delle voci ingiustamente poco tenute in considerazione”, sottolinea Bauduin. Come nello stile del drammaturgo campano, il progetto nasce da un laboratorio e fa incontrare alto e basso, in questo caso per favorire l’integrazione culturale e sociale attraverso i mestieri del teatro, la cultura classica, la musica colta e le tradizioni italiane e africane.

Ingresso libero

Info: 081 3410404 - 3385487634

www.glialberidicanto.wixsite.com - fb The Beggar’s Theatre - Il Teatro dei Mendicanti

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Trianon, tutti i concerti e gli spettacoli in programma per la stagione 2020/2021

    • dal 30 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Trianon Viviani
  • 30 anni di Galleria Toledo: 20 spettacoli per la nuova stagione

    • dal 27 ottobre 2020 al 23 aprile 2021
    • Teatro Galleria Toledo

I più visti

  • A Capodimonte la mostra "Napoli, Napoli... di lava, porcellana e musica"

    • dal 22 settembre 2019 al 6 aprile 2021
    • Museo e Real Bosco di Capodimonte
  • Tour Napoli Celata: Dal Giardino segreto alla Chiesa del Re maledetto

    • dal 26 gennaio al 27 febbraio 2021
    • Napoli
  • Trianon, tutti i concerti e gli spettacoli in programma per la stagione 2020/2021

    • dal 30 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Trianon Viviani
  • Gli Etruschi e il MANN: la grande mostra al Museo Archeologico di Napoli

    • dal 12 giugno 2020 al 31 maggio 2021
    • Mann- Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    NapoliToday è in caricamento