L'Amore si muove: a Portici la quinta edizione della manifestazione benefica

Martedi 17 dicembre al teatro Roma di Portici, per il quinto anno consecutivo torna L'Amore si muove, una manifestazione benefica con cui il professore Alberico Lombardi ha voluto scendere in campo per raccogliere fondi per i diversamente abili, finanziando progetti e attività di molte associazioni.

Questa edizione è dedicata all'Isola Onlus e si preannuncia ricca di ospiti. Da Made in sud arriva la simpaticissima Maria Bolignano, attualmente in tour con lo spettacolo diretto da Luciano Melchionna, Miseria e nobiltà, che in quel contesto presenterà un estratto dello spettacolo Fisica-mente ispirato alle vicende della campionessa di giochi paraolimpici Imma Cerasuolo, anch'essa ospite della serata. Altri momenti di spettacolo con l'istrionico Ernesto Lama, la cantante Shara finalista al premio Mia Martini, la danza dell'Ecole et Ballet,le canzoni dell' ideatore e conduttore della serata Alberico Lombardi, accompagnato alla chitarra dal maestro Aniello Palomba, le performance teatrali di Gioia MIale e altri artisti locali. Al centro dello spettacolo però i ragazzi con esibizioni artistiche per ricordare che tutto è possibile se l'amore si muove.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • San Carlo tra Opera, Concerti e Danza: il programma della stagione 2019 - 2020

    • dal 11 dicembre 2019 al 18 novembre 2020
    • Teatro San Carlo
  • Speciale tour alla scoperta del "Ventre di Napoli"

    • dal 27 novembre 2019 al 31 dicembre 2020
    • Punto d'incontro "Dolce e Amaro Caffè"
  • Napoli Teatro Festival 2020, un mese di eventi all’aperto: il programma

    • dal 1 al 31 luglio 2020
    • 19 luoghi all’aperto con la sola eccezione del Teatro di San Carlo
  • Fiabe al Museo: al Memus in mostra gli oggetti di scena del San Carlo ispirati al mondo fantastico del Teatro

    • dal 4 gennaio al 23 dicembre 2020
    • MeMus, Museo e Archivio Storico del Teatro di San Carlo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento