Torna la fontana di Tatafiore in via Scarlatti, scatta la protesta: "Facciamo un referendum"

"Itaca" sta per essere reinstallata dopo i lavori di manutenzione straordinaria, ma non tutti sono entusiasti. La proposta del presidente della Municipalità

La fontana Itaca

Riesplode la polemica sulla fontana Itaca, opera dell'artista Ernesto Tatafiore. Installata ai tempi di Bassolino e rimossa quattro mesi fa per manutenzione, non era mai stata particolarmente amata dai residenti di via Scarlatti e del Vomero in generale.

Ma dopo la levata di scudi – di alcuni intellettuali nonché dello stesso autore – al momento della rimozione, scattano le proteste anche ora che sta per tornare al suo posto.

"Io sto con Tatafiore, ora chiediamogli scusa"

Dopo il lancio di petizioni perché l'opera non ricompaia al Vomero, adesso lo stesso presidente della Municipalità Vomero-Arenella Paolo De Luca parla di un referendum consultivo. "Il nostro regolamento – spiega al Corriere – lo prevede, e tanti mi stanno sollecitando in queste ore. Potrebbe essere una bella esperienza di partecipazione dei cittadini. Non solo vomeresi, ovviamente".

La richiesta a Palazzo San Giacomo è quindi di non reinstallarla fino al termine della consultazione popolare.

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino: come difendersi e cosa fare in caso di morso

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Cardarelli: presto visite ed esami si prenoteranno nella farmacia vicino casa

  • Come eliminare la puzza dal tuo bidone della spazzatura

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Dramma in via Marina, scooter contro auto: muore 26enne

  • Tragedia a Mergellina, 22enne si lancia dal settimo piano: muore sul colpo

  • Bimbo ingerisce soda caustica: ricoverato in gravi condizioni al Santobono

  • Orrore San Gennaro Vesuviano, la ricostruzione dalla tragedia

Torna su
NapoliToday è in caricamento