"Nella scuola sapevano tutti": novità sull'omicidio del piccolo Giuseppe

Secondo le ultime indiscrezioni presto personale dell'istituto frequentato dal bimbo di 7 anni di Cardito ucciso di botte dal patrigno - nel quale sono già arrivati ispettori del Ministero - potrebbero essere iscritti nel registro degli indagati

Gravi omissioni: nell'istituto di Crispano frequentato dal piccolo Giuseppe, ucciso di botte dal patrigno a Cardito, erano in tanti a sapere delle violenze che il bambino subiva a casa. Secondo quanto riportato dall'Ansa - confermato anche dai giornalisti di Chi l'ha visto - presto la Procura di Napoli Nord potrebbe iscrivere nel registro degli indagati anche personale in servizio nell'istituto di Crispano con l'accusa di non aver mai segnalato alle autorità le violenze subite dai bimbi. 

Omicidio del piccolo Giuseppe, in manette anche la madre

Nel frattempo l'omicidio - per il quale sono in carcere Tony Essoubti Badre, patrigno del piccolo, e la madre Valentina Casa - ha prodotto un altro risultato. Sarebbero infatti già arrivati nell'istituto gli ispettori inviati dal Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti

Potrebbe interessarti

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

  • Rosmarino: cosa sapere di questa pianta

  • I 10 alimenti che non dovresti mai mettere in frigo e perché

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Dramma in via Marina, scooter contro auto: muore 26enne

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

  • Tragedia a Mergellina, 22enne si lancia dal settimo piano: muore sul colpo

  • Dramma per una famiglia napoletana in vacanza: 42enne muore mentre fa il bagno

Torna su
NapoliToday è in caricamento