Lavastoviglie: come pulirla e farla durare di più

Tutti i rimedi naturali per mantenere efficiente questo elettrodomestico

La lavastoviglie, assieme alla lavatrice, è sicuramente tra gli elettrodomestici più importanti. Alleggerirsce infatti notevolmente il peso dei lavori domestici, in particolare di chi ama cucinare e ricevere amici. Anche se al suo iterno passano continuamente acqua e detersivo, nella lavastoviglie si accumulano residui di cibo, sapone e batteri che, con il tempo, finiscono per comprometterne l'efficienza.

Guarnizioni e filtri sono gli elementi che rischiano di deteriorarsi di più, seguiti dal tubo di scarico. Provvedere alla pulizia  della lavastoviglie è dunque fondamentale.

Pochi e semplici gli accorgimenti quotidiani:

Residui di cibo Piatti, pentole e posate prima di essere messi nel cestello vanno ripuliti. Non occorre passarli sotto l'acqua: è infatti sufficiente svuotarli bene aiutandosi con una pratica spatola in silicone o, in alternativa, con il classico scopino oppure, in mancanza, con un banalissimo tovagliolino di carta. In questo modo saremo sicuri che lo scarico non resterà intasato dai residui di cibo. Almeno una volta a settimana è comunque bene assicurarsi che il filtro sia libero da residui di cibo: basta sganciarlo e passarlo sotto l’acqua corrente aiutandosi con una spugnetta o una spazzola.

Calcare Anche se indispensabile per la pulizia, l'acqua - come sa bene chi vive a Napoli - contiene calcare che con il tempo finisce per intasare getti e scarichi. Il risultato è disastroso: con le stoviglie sporche o macchiate. Per rendere l’acqua meno dura, è necessario ricordare di caricare sempre l'elettrodomestico con il sale specifico. Periodicamente, poi, andrebbe effettuato un lavaggio con l'apposito prodotto disincrostante che può anche essere sostituito dal semplice aceto bianco versato direttamente nel vano lavastoviglie. Mezzo limone, ben ripulito dei semi, collocato di tanto in tanto nel vano portaposate, contribuirà ad eliminare i cattivi odori oltre che a sgrassare piatti, bicchieri etc.

Umidità L’ambiente umido, tipico degli elettrodomestici che utilizzano acqua, può determinare la formazione di muffa sulle guarnizioni: per evitare questo sgradevole e antiigienico inconveniente è sufficiente lasciare per qualche tempo lo sportello leggermente aperto dopo ogni lavaggio.

Come pulire l’interno della lavastoviglie

Per assicurare il massimo dell’igiene, è necessario pulire bene le parti interne della lavastoviglie. Per ottenere il massimo risultato possiamo ricorrere a prodotti naturali:

Aceto L’aceto è uno dei migliori alleati per pulire elettrodomestici e superfici della casa in modo naturale. Oltre ad igienizzare è l'ideale per sciogliere il grasso. Con una spugna non abrasiva imbevuta di una soluzione tiepida fatta con 2 parti di acqua e una di aceto bianco, potranno essere lucidate le pareti interne della lavastoviglie e igienizzato il filtro che, in caso di sporco molto grasso o macchie di calcare, può essere lasciato a bagno nella soluzione per qualche ora e poi risciacquato. Una volta al mese è consigliabile un lavaggio a vuoto della lavastoviglie. Per una pulizia più approfondita, basterà versare sul fondo dell’elettrodomestico un litro di aceto bianco e far partire il ciclo completo con la temperatura più alta. Per aumentare l’effetto igienizzante si può aggiungere un bicchiere di succo di limone: in questo modo la lavastoviglie sarà sgrassata, igienizzata, con un piacevole profumo e le stoviglie saranno di sicuro più brillanti. Per le macchie particolarmente ostinate, che non vanno via neanche con il lavaggio a vuoto, passare un panno imbevuto con aceto caldo, lasciare agire per qualche minuto e poi pulire con un panno morbido.

Bicarbonato di sodio Il bicarbonato, come l'aceto e il limone, può essere usato tranquillamente su piatti e bicchieri: un cucchiaio aggiunto ad ogni ciclo di lavaggio potenzia l’azione del detersivo abituale. Per una pulizia più profonda dell'elettrodomestico, ideali 100 g di bicarbonato e lavaggio a vuoto ad alta temperatura. Una soluzione di acqua e bicarbonato è ideale anche per la pulizia delle guarnizioni.

Limone Come il bicarbonato e l’aceto, anche il limone ha un ottimo potere sgrassante e igienizzante ed elimina i cattivi odori in modo naturale. L'aggiunta di succo di arance o pompelmi o mandarini darà uno splendido aroma di agrumi. Come pulire la lavastoviglie esternamente Oltre alla parte interna, anche quella esterna richiede manutenzione e pulizia. Se la lavastoviglie non è ad incasso, ricordarsi di pulire con uno spazzolino angoli e lateraliper evitare a polvere e batteri di accumularsi

I prodotti online per la lavastoviglie

Pastiglie Lavastoviglie

Detersivo Lavastoviglie

Detergente ed anticalcare

Additivo Lavastoviglie

Potrebbe interessarti

  • Sai quali sono gli alimenti da non congelare a casa?

  • Cinque rimedi naturali che forse non conosci contro api, vespe e calabroni

  • Come arredare la casa al mare

  • Sei allergico al gatto di casa? ecco come fare

I più letti della settimana

  • Oleandro: perché bisogna stare molto attenti a questa pianta

  • Sai quali sono gli alimenti da non congelare a casa?

  • Zanzare: come difendersi davvero e quali sono i falsi miti in cui crediamo ancora tutti

  • Lavastoviglie: come pulirla e farla durare di più

  • Cinque rimedi naturali che forse non conosci contro api, vespe e calabroni

  • Come arredare la casa al mare

Torna su
NapoliToday è in caricamento