Sapete perché si dice “Fare ‘na paliata”?

L’espressione napoletana veniva utilizzata dalle mamme per minacciare i loro figli irrequieti affinché si calmassero

Perchè si dice “Fare ‘na paliata”? A spiegarcelo è il libro "Come se penza a NNapule. 2500 modi di dire napoletani", commentati da Raffaele Bracale e a cura di Amedeo Colella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’espressione significa “conferire a qualcuno un gran numero di batoste”. Cioè percuoterlo violentemente e a lungo. Il termine originariamente si riferiva al fatto che le percosse fossero inferte con un palo da cui il nome riferito in epigrafe. Con il passare del tempo è venuta meno la particolarità del palo, ma è rimasta l’idea di una grande quantità di percosse che la “paliata” comporta. La locuzione non più molto usata, un tempo era sulla bocca di tutte le mamme che con questa espressione minacciavano i loro vivaci figlioletti insensibili a più dolci rimbrotti, affinché si calmassero e recedessero dal loro irrequieto atteggiamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

  • Coronavirus, due nuovi decessi in Campania: i nuovi casi tutti a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento