Raid contro la caserma dei carabinieri: arrestato il superlatitante Umberto Accurso

L'esponente del clan della Vanella Grassi è considerato il mandante dell'atto intimidatorio contro la stazione dei militari dell'arma di Secondigliano

Blitz dei militari dell'arma a Secondigliano, culminato con l'arresto del latitante Umberto Accurso, considerato il mandante della raffica di spari contro la caserma dei carabinieri, avvenuta poche settimane fa. Il 24enne era ricercato dal 2014 per associazione a delinquere di stampo camorristico. 

Accurso, ritenuto il reggente del clan della Vanella Grassi di Secondigliano ( i cosiddetti girati), è stato arrestato a Qualiano dai carabinieri del comando provinciale di Napoli. Era annoverato tra i 100 latitanti più pericolosi d'Italia, in quanto sul suo capo pendevano quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere.

ARRESTO - I militari dell'arma sono intervenuti in un appartamento di Qualiano, dove si nascondeva il boss, protetto da una porta blindata. Il 24enne non ha tentato la fuga e si è lasciato subito arrestare senza porre resistenza. Nell’appartamento sono state trovate anche delle pistole giocattolo.

ALFANO - "Quella di oggi è una bellissima giornata perché la giustizia ha vinto ancora, visto che Umberto Accurso è ritenuto il responsabile della sparatoria contro la caserma dei Carabinieri di Secondigliano", è stato il commento del ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Miano

      Incendio a Miano, un 75enne muore carbonizzato nel suo appartamento

    • Cronaca

      Tentata rapina finita nel sangue: 34enne in gravi condizioni

    • Cronaca

      Cardarelli, l'allarme: "In aumento l'afflusso di pazienti al pronto soccorso"

    • Incidenti stradali

      Centauro 18enne falciato da un'auto: è grave

    I più letti della settimana

    • Angela Celentano, dal Messico 144mila euro a chi fornirà informazioni

    • Alessia si è sposata: è la prima trans ad aver pronunciato il fatidico sì

    • Scritta omofoba contro Alessia Cinquegrana nel giorno del suo matrimonio

    • Incidente ferrovia del Brennero, campane le due vittime

    • Melito, donna precipita dal quarto piano: muore sul colpo

    • Tragico incidente stradale, muore travolto da un'automobile

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento